sabato 29 agosto 2015

ALLA GUIDA SI MUORE SEMPRE PIÙ PER UN SELFIE O UN MESSAGGINO

Da Agente Lisa, la pagina Facebook della Polizia di Stato, ci arriva la segnalazione di questa interessante analisi della rivista ‪Polizia Moderna che, numeri alla mano, ci spiega dove siamo peggiorati stando alla guida.

Scarica il PDF
A luglio impennata delle vittime per incidenti stradali causati da mancanza di cinture e "distrazioni fatali" alla guida. 

Lo rivelano i dati della PoliziaStradale‬, presentati e analizzati in uno speciale pubblicato (scaricabile) sull'ultimo numero di Poliziamoderna‬, la rivista ufficiale della Polizia di Stato.

In particolare gli esperti della Stradale imputano questo fenomeno ad un generalizzato calo dell'attenzione causato dalla tecnologia e dal mancato utilizzo delle cinture di sicurezza.

Tra i comportamenti più pericolosi, l'uso dello smartphone per telefonare o messaggiare, e, sempre più spesso, la brutta abitudine dei selfie scattati mentre si è alla guida.

Un'inversione di tendenza rispetto al trend virtuoso che aveva caratterizzato il decennio 2001-2013, con una costante diminuzione degli incidenti mortali.

Dopo l'inversione di tendenza registrata lo scorso anno, i primi 6 mesi del 2015 hanno confermato il trend: gli incidenti mortali sono passati da 879 nel 2014 a 897 nell'anno in corso. Anche il numero delle vittime è aumentato di 18 unità, passando da 954 dei primi 7 mesi del 2014 a 972 dello stesso periodo del 2015.

Nessun commento: