lunedì 11 maggio 2015

LA SCIENZA E I SUOI VALORI ALL'ISS PIERO MARTINETTI

L'Associazione Levi-Montalcini ha organizzato l'incontro cui ha partecipato anche la redazione della testata Gravità Zero a "Le giornate della Scienza". Argomento di quest'anno: La scienza e i suoi valori. 


Le Giornate della Scienza all'ISS Piero Martinetti   di Caluso (TO) sono un appuntamento fisso nel territorio piemontese per fare avvicinare i più giovani ai temi della Scienza in modo informale, intrigante e stimolante. 

Seguendo l’impostazione che nel corso delle varie edizioni ne ha decretato il notevole successo tra i ragazzi delle scuole, la manifestazione offre una variegata proposta di iniziative, da quelle decisamente orientate alla divulgazione scientifica, a quelle rivolte ad approfondimenti, quali corsi di formazione e le conferenze con ricercatori di settore.

Nella giornata di oggi, lunedì 11 maggio, si parlerà di occupazione nel mondo scientifico

In particolare Gravità Zero porterà i dati  della  XVII Indagine sulla Condizione occupazionale dei laureati, pubblicata sul sito www.almalaurea.it

Ai parlerà anche della differenza di genere, confrontando di dati occupazionali e gli stipendi di uomini e donne. Le parità di retribuzione e di ruoli di responsabilità tra uomini e donne (anche e non solo nel mondo scientifico) rimane per il momento ancora un miraggio. Anche se molto si è fatto, soprattutto in ambito europeo, per coinvolgere maggiormente il pubblico femminile, come ad esempio con il progetto  La scienza: un gioco da ragazze!


Si parlerà poi del valore della scienza. Dell'importanza della ricerca e del ruolo della scienza nella società. 

Come già ribadito ad esempio dal Presidente di una delle più grandi superpotenze al mondo, gli Stati Uniti, la scienza deve essere insegnata fin da bambini.  Per Obama, infatti, nessun Paese ha un futuro senza investimenti in Scienza, Ricerca e Innovazione, che deve passare attraverso la Rete, perché i giovani possano avere tutte le opportunità per costruirsi un futuro come innovatori e imprenditori.


Nessun commento: