domenica 5 aprile 2015

CRIMINAL MINDS: "ECCO COME SO CHE STAI MENTENDO"

Il profiling emotivo: un corso a Roma svela gli strumenti tecnologici e di analisi del comportamento emotivo nelle attività investigative e di intelligence. 

Mentire può essere reso evidente da alcuni indicatori - Shutterstock

Il comportamento emotivo e la capacità di individuare gli “indicatori della menzogna” saranno al centro del corso di Alta Formazione che lo psicologo statunitense Mark Frank terrà il prossimo 9 e 10 maggio in Italia e più precisamente a Roma, per il primo seminario mai tenuto nella capitale.

Il profiling emotivo: strumenti tecnologici e di analisi del comportamento emotivo nelle attività investigative e di intelligenceè il titolo di questa due-giorni - organizzata da OSDIFE (Osservatorio Sicurezza e Difesa) con Università degli Studi di Tor Vergata e Università degli Studi di San Marino - rivolta ad un pubblico di specialisti, appassionati e cultori della materia per mostrare concretamente le applicazioni dei principali strumenti di analisi necessari alla elaborazione di un profilo del comportamento emotivo dei soggetti in esame, con particolare focus sugli “indicatori di menzogna” ad alta affidabilità.

Mark Frank dell’Università statunitense di Buffalo, membro del progetto di ricerca e analisi del terrorismo dell’FBI oltre che consulente scientifico del Congresso degli Stati Uniti, della Casa Bianca e di Scotland Yard, è il massimo esperto mondiale di scienze del comportamento applicate alle indagini investigative.

Testimone presta giuramento di fronte alla Corte - Shutterstock 

La formazione di Mark Frank parte dallo studio, l’evoluzione e l’applicazione a fini investigativi del Sistema di Codifica delle Espressioni Facciali (Facial Action Coding System o FACS, standard comune per la misurazione delle espressioni del volto e classificazione sistematica dell'espressione fisica di emozioni). Partendo dalla comunicazione non verbale, le ricerche sulle micro-espressioni hanno portato all’individuazione di micro-movimenti dei 44 muscoli facciali collegati alle emozioni di paura, diffidenza, stress e altre emozioni comuni agli esseri umani di tutte le culture. Le micro-espressioni sono dei movimenti facciali involontari che le persone mostrano inconsapevolmente quando nascondono un’emozione. Sono espressioni intense e velocissime di emozioni nascoste, difficili da percepire.

Espressioni facciali possono smascherare cattive intenzioni - Shutterstock 

Proprio riconoscere questi indizi di menzogna è alla base di una tecnica particolarmente utile nel campo della sicurezza così come nell’attività di alcune figure professionali: psicologi, terapeuti, magistrati, avvocati, forze dell’ordine e investigatori così come nella vita quotidiana e lavorativa di tutti i giorni. Gli strumenti descritti sono particolarmente utili in tutte le fasi dell’indagine investigativa e nelle attività di intelligence, dalle fasi preliminari e di istruzione, sino alle fasi topiche dell’intervista esplorativa dei testimoni e dell’interrogatorio giudiziario di sospettati e accusati.

Alla sua attività si è ispirata una serie televisive di particolare successo come “Criminal Minds”, che ricalca proprio il gruppo di Criminal Profiling di Buffalo creato dallo stesso Frank. La serie mostra, anche se in forma spettacolarizzata e divulgativa, i risultati dell’attività di studio e applicazione che, nella vita reale, ha dato corpo a progetti strategici come quello di addestramento del personale TSA (Transportation Security Administration) nella valutazione della credibilità e menzogna di soggetti che ogni giorno tentano di entrare negli USA per compiere azioni illegali.

Questo progetto ha contribuito in maniera sostanziale all’incremento del livello di sicurezza aeroportuale negli USA ed in Israele, anche se nel resto del mondo purtroppo non viene prestata altrettanta attenzione all’utilizzo di strumenti di indagine comportamentali nell’attività di Homeland Security. Il livello di affidabilità di questa tecnica è quasi del 90%, elemento che ha permesso, già dal primo anno di applicazione negli aeroporti americani, l’arresto o l’espulsione di oltre 1.700 criminali, compresa una ventina di potenziali terroristi.

Metal detector in aeroporto
Metal detector in aeroporto  - ChameleonsEye / Shutterstock.com 


Il controllo dei passeggeri è una rilevazione del comportamento progettato per identificare le persone potenzialmente a rischio sicurezza che si concentra sui azioni indicative di elevati livelli di stress, paura o inganno. Il sistema TSA prevede la raccolta sistematica di informazioni che vengono inseriti in un database per renderli poi immediatamente disponibili nel momento in cui si effettua un controllo su chi viene identificato con comportamento a rischio: maggiori sono i dati e le possibilità di incrocio, più si amplia la possibilità di effettuare controlli efficaci.

La tecnica oggetto del corso di Mark Frank – che sarà affiancato da alcuni esperti docenti delle Università coinvolte - rappresenta quindi la perfetta sintesi applicativa delle ricerche sul comportamento emotivo e sugli indicatori di menzogna che si originano negli anni ’50, divenuti grazie a lui strumenti fondamentali nelle attività investigative e forensi.

La presenza del prof. Mark Frank a Roma è prevista il 9 e 10 maggio per il corso ad alta formazione in programma al Centro Congressi “Roma Aeterna” di via Casilina ed è abilitato al rilascio di crediti formativi (17 crediti ECM, 13 crediti FPC).

Le iscrizioni sono aperte presso il sito dell’agenzia organizzativa: www.smileservice.it
Le quote di iscrizione prevedono agevolazioni in ragione delle tempistiche di adesione.



MARK FRANK è allievo del prof. Paul Ekman, il massimo esperto mondiale per la ricerca sul comportamento emotivo e sulla decodifica degli indicatori di menzogna. È il fondatore del Centro di Scienza della Comunicazione presso la Scuola di Informatica dell’Università di Buffalo. Ha pubblicato numerose ricerche sulle espressioni facciali, sulle emozioni e sull’inganno ed è supportato dal National Science Foundation, Department of Homeland Security & Department of Defence per l’attività di analisi dei comportamenti emotivi e degli indicatori di menzogna durante le attività investigative e di intelligence e negli interrogatori di polizia.

È membro originario del progetto di ricerca e analisi del terrorismo dell’FBI ed ha condiviso ed istruito sui risultati delle sue ricerche le principali agenzie di polizia federale e di intelligence statunitensi. E’ consulente scientifico del Congresso degli Stati Uniti, della Casa Bianca e di Scotland Yard. All’attività del prof. M. Frank e del Gruppo di Criminal Profiling di Buffalo (USA) è ispirata la famosa serie TV “Criminal Minds”.
Per maggiori informazioni ed iscrizioni: info@smileservice.it - 040 3481631

Nessun commento: