giovedì 2 aprile 2015

CARNEVALE DELLA FISICA: LA BUONA DIVULGAZIONE IN RETE È A QUOTA 50 (MESI) DI ATTIVITÀ ININTERROTTA

Mentre è online l'edizione numero 50 del Carnevale della Fisica (kermesse internazionale che premia ogni mese la migliore divulgazione scientifica in rete), e nell'attesa di conoscere i vincitori del mese di marzo, vi presentiamo i vincitori della edizione passata, ritratti con in mano il loro premio: le riviste di MondoErre: sono 23 alunni della 5° anno - scuola primaria di Torino Ist. Via Sidoli - QUI LE LORO FOTO REALI.

Si sono classificati al terzo posto ottenendo una menzione di merito per il lavoro di redazione sul blog Stop and Blog. Insieme a loro hanno vinto Marco Castellani di Gruppo Locale con l'articolo Il lungo viaggio di Phòs e l'articolo della rivista PLaNCK! sui buchi neri. Complimenti a Tutti!


Ricordiamo anche che il Carnevale della Fisica esce contemporaneamente ormai da oltre 5 anni oltre che nell'edizione italiana anche nell'edizione spagnola nei paesi in lingua ispanica.
Qui la pagina Facebook e qui la pagina dell'ultima edizione di questo mese di marzo 2015. Anche il Carnaval de la Física prevede un premio alle migliori opere divulgative.


LA GIURIA

Massimo Auci, Ph.D. in fisica, docente e divulgatore scientifico
Valentino Berruti, biotecnologo, divulgatore scientifico
Tiziana Brazzatti, geologa, docente e divulgatrice scientifica.
Walter Caputo, docente di statistica ed economia, divulgatore scientifico
Marina Di Mattia, Ph.D. in Diritto Privato Comparato e Diritto Privato dell’Unione Europea e giornalista scientifica
Carlo Ferri, Ph.D. presso l'Institut de Ciències de l'Espai (CSIC-IEEC) di Barcellona e divulgatore scientifico


Carnevale della Fisica logo
il logo del Premio
I PREMI

Cambiano di mese in mese (sono visibili qui) e premiano la migliore divulgazione in rete. Abbiamo da poco scoperto con piacere che anche l'edizione in lingua spagnola del carnevale hanno istituito un premio per i migliori contributi. 

COS’È IL CARNEVALE DELLA FISICA 

Nella lontana notte del 30 novembre 1609 un uomo faceva entrare per la prima volta l’Universo nel cannocchiale: puntando al cielo lo strumento che egli stesso aveva inventato, riusciva ad osservare da una nuova angolazione il firmamento e indagare i segreti dell’oggetto celeste più prossimo alla Terra: la Luna. Il nome di quell’uomo era Galileo Galilei. Quattrocento e uno anni dopo quella fredda serata padovana, l’evento viene ricordato attraverso l’iniziativa dei blog http://www.gravita-zero.org/ e www.gravedad-cero.org , promotori della seconda edizione del Carnevale della Fisica.

Molte testate nazionali e internazionali hanno parlato dell'iniziativa, qui un paio tra le tante citazioni:

"Utili, divertenti e democratici, i Carnevali scientifici online costituiscono un buon esercizio e facilitano la discussione tra i diversi partecipanti" (Elisabetta Tola su Zanichelli Aula Scienza) 
"Il Carnevale ha inoltre un respiro europeo e internazionale e si propone di diffondere la cultura scientifica in un modo vivace e dinamico, avvalendosi del passa parola cibernetico" ASI - Agenzia Spaziale Italiana

Il 30 di ogni mese appassionati e professionisti divulgatori della scienza si riuniranno per promuovere la fisica e le scienze in maniera originale e divertente.

Ispiratosi al Carnival of Science, il Carnevale italiano si propone di diffondere la cultura scientifica in un modo vivace e dinamico, avvalendosi del passa parola cibernetica.

Il Carnevale ha inoltre un respiro europeo e internazionale: ad oggi i Paesi partecipanti sono stati otto: Italia, Spagna, Svizzera, USA, Argentina, Colombia, Equador, Messico.

Gli interessati a partecipare possono inviare una e-mail a redazione@gravita-zero.org


Sito Web www.carnevaledellafisica.it

Per informazioni:
rif. Redazione Gravità Zero
redazione@gravita-zero.org
www.gravita-zero.org

Nessun commento: