martedì 24 febbraio 2015

GENI SI NASCE? GHERARD ROTH AI GIOVEDÌSCIENZA

La Neurobiologia dell’intelligenza tra genetica e stimoli socioculturali all'appuntamento dal titolo "Geni si nasce?" organizzato dall'Associazione CentroScienza ONLUS per la rassegna torinese GiovediScienza. Anche in diretta streaming qui

Ragazza scrive formule matematiche alla lavagna - Shutterstock

L’intelligenza è influenzata dalla genetica in misura maggiore di altre caratteristiche personali, ma il suo sviluppo è fortemente condizionato dall’ambiente prenatale (tramite il cervello materno) e postnatale tramite l’esperienza dell’attaccamento madre/figlio e la situazione familiare nei primi anni. 

Gerhard Roth ci guiderà nell'analisi della base neurobiologica dell’intelligenza in generale e di quella plusdotata in particolare, per comprendere l’interazione tra i fattori genetici-epigenetici e ambientali e la questione dell’ottimizzazione dell’intelligenza in generale e di quella dei bambini e dei ragazzi ad alto potenziale cognitivo. 

In Italia sono 400 mila e soffrono a volte per il mancato riconoscimento e assenza di sostegno dalla famiglia a sua volta non sostenuta dalla società (soprattutto se di ambiente socio-economico svantaggiato), pretese eccessive di genitori troppo ambiziosi, e per scarsa autostima e paura di fallire.

Gerhard Roth 
Università di Brema, Brain Research Institute
In collaborazione con il Goethe Institut Turin

GIOVEDÌSCIENZA
Giovedì 26 febbraio 2015 ore 17,45
Teatro Colosseo, via Madama Cristina, 71

Nessun commento: