martedì 20 gennaio 2015

L’ANNO DELLA LUCE: APPUNTAMENTO CON I GIOVEDISCIENZA

L’UNESCO, braccio culturale delle Nazioni Unite, 192 paesi che cercano una strada comune verso la pace, lo sviluppo e il progresso scientifico ha proclamato il 2015 “Anno Internazionale della Luce”.

L’ANNO DELLA LUCE Tecnologie di ieri, oggi e domani. Dalla candela alle stelle è proprio il tema di Giovedì 22 gennaio 2015 - ore 17,45 presso il Teatro Colosseo, al consueto appuntamento dei GiovedìScienza organizzato da CentroScienza ONLUS. Modera l'incontro Piero Bianucci.  Gravità Zero è media partner dell'evento. 

Anno Internazionale della Luce - Shutterstock

È passato un millennio dai lavori di ottica dell’arabo Ibn al-Haytham, noto in occidente come Alhazen. Due secoli fa, nel 1815, Fresnel proponeva la sua teoria ondulatoria della luce. Cent’anni fa Einstein includeva la luce nella relatività generale. Mezzo secolo fa si scopriva la “luce” del Big Bang e Charles Kao fondava le telecomunicazioni su fibra ottica. L’Italia è molto coinvolta.

L’International Centre for Theoretical Physics di Trieste coordina il Segretariato generale dell’Anno della Luce con Joe Niemela, responsabile del gruppo di fisica applicata presso l’istituto triestino. A livello nazionale svolgono un ruolo guida la Società italiana di fisica, l’Ifn-Cnr con il Politecnico di Milano, l’Istituto nazionale di astrofisica con la Società astronomica italiana, e l’INRiM, Istituto nazionale di ricerca metrologica che ha sede a Torino (le unità di misura di lunghezza e di tempo, il metro e il secondo, sono agganciate rispettivamente alla velocità della luce e alla frequenza di una radiazione).

A parte gli aspetti ufficiali, l’Anno della luce attira l’attenzione su temi fondamentali per l’umanità: la fotosintesi che avviene nelle foglie delle piante è alla base della vita sulla Terra, la velocità della luce è il riferimento per due unità di misura essenziali, il tempo e lo spazio, e da raggi di luce derivano tutte le nostre conoscenze sull’universo.


Giovedì 22 gennaio 2015 - ore 17,45
L’ANNO DELLA LUCE
Tecnologie di ieri, oggi e domani. Dalla candela alle stelle

con:

Giovanni Bignami-  foto di Claudio Pasqua 
Giovanni Bignami (www.giovannibignami.it)
Presidente INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica

Presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica e del Cospar, Comitato per la ricerca spaziale, è tra i più noti studiosi di astrofisica delle alte energie e ha partecipato alla progettazione e costruzione di molti satelliti scientifici.

Si occupa di stelle, neutroni, buchi neri e lampi gamma. è molto attivo nella divulgazione con libri di successo e programmi televisivi.




Elio Giamello (CV)

Dipartimento di Chimica, Università di Torino


È professore ordinario di chimica generale e inorganica all’Università di Torino e ha diretto la Scuola di dottorato in Scienze della natura e tecnologie innovative.

Tra i suoi interessi la chimica delle superfici solide, lo sviluppo di tematiche di ricerca basate sulla risonanza paramagnetica elettronica (EPR) e i materiali fotoattivi per fotosintesi artificiale.








Massimo Inguscio [articolo]

Presidente INRiM, Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica


Presidente dell’Istituto nazionale di ricerca metrologica, professore di fisica presso l’Università di Firenze e co-fondatore dell’European Laboratory for Non-Linear Spettroscopy (Lens), è autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche sulle più prestigiose riviste internazionali. Tra i suoi temi di ricerca, ottica quantistica, condensati di Bose-Einstein, raffreddamento laser.


- Qui la nostra recensione al libro Fisica Atomica allo Zero Assoluto





ARGOMENTI CORRELATI


Nessun commento: