sabato 29 novembre 2014

LE SCIENZE MATEMATICHE PER AUMENTARE SICUREZZA E PROTEZIONE DEI CITTADINI

10 milioni di euro a due progetti europei "Evacuate" e "Safeciti", per intervenire in situazione di crisi con il supporto di modelli matematici.

Partita di Champions League 5 April 2009 a Praga
Andrey Yurlov / Shutterstock.com
Chi ha vissuto la disavventura di trovarsi in situazioni di pericolo in luoghi affollati e spesso chiusi ha provato personalmente quanto sia fondamentale un piano di evacuazione efficace che permetta una rapida uscita, eviti danni alle persone e situazioni di panico, così come chi ha partecipato a cortei o ha seguito partite di “pallone” allo stadio in presenza di tifosi violenti sa quanto sia importante la giusta preparazione degli agenti per affrontare le diverse situazioni.

La Commissione Europea - che ha posto fra i suoi obiettivi strategici anche la sicurezza dei cittadini europei - ha finanziato due progetti, nei quali il Politecnico di Torino è partner, “Evacuate” e “Safeciti” in cui le scienze matematiche offrono un contributo essenziale per far fronte proprio alle problematiche descritte. Sempre di più la matematica applicata contribuisce, infatti, a individuare soluzioni innovative per temi che richiedono un approccio multidisciplinare e contribuiscono di fatto anche alla crescita culturale della ricerca di base in particolare per individuare nuove metodologie. 


Il progetto Evacuate, si propone di realizzare dispositivi innovativi da immettere sul mercato, personalizzabili e adattabili ai diversi ambienti complessi (nel caso specifico: aeroporto, nave da crociera, stadio, e metropolitana) in grado di indirizzare, in tempo reale, gli addetti alla sicurezza nelle operazioni di evacuazione delle persone; il progetto Safeciti intende produrre una piattaforma di nuova generazione, che si comporti come un simulatore di situazioni reali e di modelli organizzativi da utilizzare per il training dei agenti nelle interazioni con dimostranti. Entrambe i progetti sono fortemente interdisciplinari e hanno riunito esperti europei dell’accademia e aziendali, in particolare matematici, psicologi, ingegneri e informatici.

Le attività di ricerca del Politecnico di Torino si focalizzano sulle scienze matematicheapplicate e sono condotte da Nicola Bellomo docente di Fisica Matematica, da Elena De Angelis e dal team di ricerca che coinvolge giovani ricercatori reclutati per il progetto.

Nel progetto Evacuate, finanziato per 4 anni complessivamente con 8 milioni di Euro eche coinvolge 19 partner di 8 paesi europei, il ruolo del Politecnico di Torino è quello di mettere a sistema tutti i dati disponibili sull’ambiente in cui va applicato il piano di evacuazione, sulle caratteristiche e sui potenziali comportamenti di coloro che lo frequentano, ed elaborare i modelli prodotti dal simulatore di folla che indirizzino in tempo reale gli addetti alla sicurezza e forniscano informazioni costanti sulle dinamiche che si sviluppano. Il dispositivo sarà testato in importanti siti: l’Anoeta Stadium di San Sebastian in Spagna, la metropolitana di Bilbao e l’aeroporto internazionale di Atene.

Anche nel progetto Safeciti, che ha ottenuto un finanziamento complessivo di circa 2 milioni di Euro e conta 7 partner di 5 paesi europei, il Politecnico di Torino mette a disposizione le proprie competenze sulle scienze matematiche per definire l’archivio di simulazioni di situazioni reali da utilizzarsi nel training degli agenti e nel processo decisionale che porta alla definizione di strategie, contribuendo così a predisporre una piattaforma innovativa e avanzata per la formazione che sarà testata dalla Polizia spagnola, che collabora alla progettazione.

Nessun commento: