venerdì 3 ottobre 2014

STARTUPPING IN THE BIOECONOMY: TORINO DIVENTA CAPITALE DELLE BIOTECNOLOGIE

Martedì 7 ottobre, presso il Centro Incontri della Regione Piemonte (Corso Stati Uniti 23, Torino), si terrà l’evento di apertura “Startupping in the Bioeconomy".


donna scienziata
Torino capitale europea delle biotecnologie - Shutterstock

Torino diventerà la sede degli studi e dibattiti sulle biotecnologie a livello europeo, nell’ambito della seconda edizione della Settimana Europea del Biotech – sette giorni per raccontare le biotecnologie nei loro diversi settori di applicazione (www.biotechweek.org) – e rappresenta un evento satellite della 3rd EU Bioeconomy Stakeholders Conference (http://bioeconomy.miur.it/) che proseguirà fino a giovedì 9 ottobre presso Torino Incontra (Via Nino Costa 8).




Regione Piemonte
L’evento è organizzato da Federchimica-Assobiotec in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino, Regione Piemonte, Unione Industriali di Torino, EXPO-TO 2015 in collaborazione con 2i3T l’Incubatore d’Impresa dell’Università degli Studi di Torino.

Durante l’incontro si dibatterà del concetto di bioeconomia e di come quest’ultima possa favorire la crescita economica e occupazionale in Europa e nel nostro paese. Più nel dettaglio si discuterà del ruolo degli Incubatori e delle start-up nel promuovere la bioeconomia sul territorio.

La conferenza, evento satellite della III Conferenza europea degli "Stakeholders della Bioeconomia", prevede, nel corso della giornata, la presentazione di un'analisi del Centro Studi di Intesa Sanpaolo sulla Bioeconomia (la prima di questo tipo in Europa), che sarà spunto per una Tavola rotonda sulla "Bioeconomia come opportunità per l'Italia di tornare a crescere". Nel pomeriggio è prevista invece la presentazione di start-up italiane attive in questo metasettore.

L'evento si svolge in lingua inglese senza traduzione simultanea.

La pagina di registrazione all'evento 

Le biotecnologie giocano un ruolo fondamentale per la realizzazione di traguardi ambiziosi in campo ambientale, economico e sociale come oramai ampiamente rilevato a livello di politiche europee, nazionali e locali. Attraverso strumenti sempre più potenti ed efficaci affrontano le più attuali sfide riguardanti la crescente domanda di salute della popolazione, tra cui il ricorso a fonti di energia rinnovabili, l’adozione di processi produttivi ecosostenibili, il biorisanamento ambientale.

L’industria biotech italiana si classifica al terzo posto in Europa, dopo Germania e Regno Unito, per aziende “pure biotech” e rappresenta una realtà molto competitiva che basa il suo potenziale di innovazione e di crescita soprattutto sull’indiscussa eccellenza della ricerca accademica e industriale italiana.

L’Università degli Studi di Torino rappresenta un’eccellenza nel campo delle biotecnologie sia nel campo della ricerca biotecnologica sia nella formazione di primo e secondo livello che fanno dell’Ateneo torinese un punto di riferimento importante per le biotecnologie italiane ed Europee.
La rilevanza del settore è stata anche colta dalla Regione Piemonte che nel 2009 ha finanziato il Polo di Innovazione per i settori legati alla salute umana bioPmed. La gestione è stata affidata al Bioindustry Park Silvano Fumero, che fin dal 1998 sostiene lo studio delle scienze della vita in Piemonte e collabora con l’Università ospitando anche alcuni laboratori dell’Ateneo come il CEIP Centro Europeo per l’Imaging Preclinico.

Nella mattinata il dibattito riunirà alcuni tra i migliori esponenti a livello europeo per discutere delle strategie messe in campo da diversi paesi e regioni finalizzate alla promozione della bioeconomia a livello locale, attraverso l’interazione tra mondo accademico e mondo industriale, con una particolare attenzione per l'Italia e per la realtà piemontese.

Alla giornata interverranno rappresentanti del governo, della Regione Piemonte, dell’Università di Torino e del suo Incubatore 2I3T, nonchè personaggi di spicco della bioeconomia a livello di politica, industria, associazioni di settore.
Inoltre Intesa Sanpaolo presenterà il primo Rapporto sull'Economia bio-based in Europa.

Nel pomeriggio verranno presentati i case-history di diverse start-up italiane daranno il loro contributo al dibattito sulla bioeconomia e sullo sviluppo nel territorio.

Nessun commento: