martedì 21 ottobre 2014

LA SCIENZA È OPEN

Mercoledì 22 ottobre, dalle 14.00 alle 17.00 nell’Aula Magna del Campus Luigi Einaudi, (Lungo Dora Siena,100), si terrà il seminario internazionale: “Open Science: orizzonti e strumenti”.

open science access
Open Science - Shutterstock 

L’evento offrirà una panoramica sulle nuove frontiere dell’accesso aperto alla ricerca: si affronteranno i concetti multidisciplinari di open science, open access e open data.
L’ Open Access è l’accesso libero e immediato e senza restrizioni ai dati e ai risultati della ricerca finanziata con fondi pubblici. L’incontro fa parte dell'ottava edizione della Settimana internazionale dell'Open Access, che si svolge in tutto il mondo sino al 26 ottobre 2014.

L'Università di Torino ha recentemente approvato un accordo con OpenEdition, un’infrastruttura completa per l’edizione digitale al servizio della divulgazione scientifica per le discipline umanistiche e le scienze sociali (www.openedition.org), con l'obiettivo di sviluppare progetti di cooperazione e di ricerca nel campo della comunicazione e dell’edizione accademica digitale in accesso aperto. Maggiori dettagli saranno annunciati durante l’evento.

Nel corso del seminario verranno presentati strumenti, progetti innovativi e esperienze concrete di “apertura” sia nelle scienze esatte sia in quelle sociali e umane. A guidare i lavori sarà il Enrico Pasini, delegato del Rettore per i Servizi Bibliotecari; interverranno, fra gli altri, Raffaele Caterina, Presidente Commissione Ricerca del Senato Accademico; Vilma Garino, Direttore, Sviluppo Organizzativo, Innovazione e Servizi Bibliotecari; Gianpiero Pescarmona (Università di Torino) che tratterà il tema “Verso la Open Science: prospettive e problemi”. Alle 15.00 farà il suo intervento Pierre Mounier (vicedirettore OpenEdition), su “Digital humanities and open access tools” (Umanistica digitale e strumenti di accesso aperto); alle 15.30 Stefano Bianco (INFN-Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) su “Open data: l’esperienza del CERN”, seguirà alle 16.00 Enrico Balli (SISSA- Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati Medialab), “Jfactor, una alternativa open a Thomson Reuters”. A partire dalle 16.30 ci saranno il dibattito e le conclusioni.

L’accesso è libero e gratuito.

Dettagli su: www.oa.unito.it/oadrupal/it/node/76

Nessun commento: