martedì 21 ottobre 2014

EBOLA PUÒ ESSERE TRASMESSO PER VIA AEREA?

“Ebola è un virus anaerobico, ma i virus possono anche mutare. Il virus esiste anche nella saliva, quindi è possibile che possa essere trasmesso per lo meno a breve distanza anche per via aerea, però non credo che abbia la possibilità di trasmettersi a lunga distanza.”
Lo afferma il professor Riccardo Cortese, il padre del vaccino anti ebola, a Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24. Il comunicato è arrivato alle 11,33 direttamente dall'Ufficio Stampa del Sole 24 Ore.

Virus Ebola - Shutterstock

Riccardo Cortese, biologo molecolare trasformatosi in imprenditore, che fondò Okairos nel 2007 a Basilea è lo scopritore del vaccino per l'Ebola, ancora in fase sperimentale. 

La notizia è in contrasto con quanto affermato dall'ONU e dal Ministero della Salute

Ippolito, nessuna prova trasmissione via aerea

''Non esiste alcuna prova di una diffusione del virus ebola per via aerea'' ed anche se il virus ''dovesse mutare, non è detto che ciò determinerebbe tale modalità di diffusione''. Così Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma, uno dei due centri ad alta specializzazione indicati in Italia per l'assistenza e la diagnosi su ebola, in riferimento all'allarme lanciato dall'Onu. Si tratta di ''un allarme non fondato su prove scientifiche. Quanto ad eventuali mutazioni del virus - ha detto Ippolito - al momento tali mutazioni non ci sono; nessuno può dire se il virus muterà o meno. Inoltre, anche nell'eventualità di una mutazione, non è detto che ciò determini una modalità di trasmissione per via aerea''.
Tutto ciò, ha concluso, ''ovviamente non significa che non si debbano applicare tutte le precauzioni previste''.

Nessun commento: