domenica 21 settembre 2014

JEFF BEZOS DI AMAZON PRESTO NELLO SPAZIO CON BLUE ORIGIN

Dopo Elon Musk, fondatore di eBay, di Space X e Tesla Motors, e Richand Branson, il miliardario inglese fondatore di Virgin Galactic, adesso anche Jeff Bezos, patron di Amazon, si lancia nella costruzione di nuovi razzi aerospaziali per la compagine americana.

La sede di Amazon a Santa Clara, California - Ken Wolter / Shutterstock.com

Si chiama Blue Origin l'azienda aerospaziale di Bezos, che ha firmato un contratto con Ula, la joint venture United Launch Alliance composta da Boeing e Lockheed Martin, per la realizzazione dei nuovi motori Be-4 dei suoi razzi Atlas 5.

Non contento di realizzare dreni per le consegne e commerce, sembra dunque che Bezos sia interessato a entrare nella competizione aerospaziale, un settore che interessa sempre più da vicino gli imprenditori del mondo digitale, con Google che, per ora, sta a guardare mentre PayPal si è già lanciata nel progetto PayPal Galactic.

Blue Origin è una piccola startup aerospaziale che da anni lavora nell'ombra alla ricerca di nuovi sistemi di propulsione. Il razzo che sarà utilizzato, chiamato Atlas V, servirà anche per mettere in orbita la futura navetta per il trasporto di astronauti appena commissionata alla Boeing dalla Nasa per sostituire gli shuttle.

Al momento l'Atlas V utilizza un motore russo chiamato RD-180, le cui forniture sono oggi a rischio per le tensioni esplose tra Washington e Mosca sulla crisi Ucraina.
I test sul nuovo motore targato Bezos dovrebero cominciare entro due anni.

Nessun commento: