giovedì 11 settembre 2014

A LUCCA GLI ESPERTI DEI SISTEMI COMPLESSI

Dal web all'economia, dai Big Data al linguaggio, dai sistemi sociali alla pianificazione urbana e persino il nostro cervello. 

Qualunque cosa può essere studiata e compresa come un sistema complesso, cioè come un insieme in cui le singole parti interagiscono, ciascuna secondo la propria funzione, provocando mutamenti nella struttura complessiva.  

Lo studio dei sistemi complessi è un approccio interdisciplinare, nato negli anni Sessanta, che trae le proprie radici dalla fisica statistica e dalla matematica applicata. Se ne parlerà dal 22 al 26 settembre a ECCS14, la Conferenza Europea sui Sistemi Complessi che, dopo 10 edizioni fra Torino, Parigi, Oxford, Dresda, Gerusalemme, Warwick, Lisbona, Vienna, Bruxelles e Barcellona, torna in Italia. 

Fra gli ospiti, Albert-László Barabási, figura cruciale per i sistemi complessi, fisico e ingegnere di formazione, direttore a Boston del Center for Complex Network Research della Northeastern University, Lada Adamic, docente all'University of Michigan e consulente di Facebook per il marketing virale e Carlo Jaeger, direttore dell'European Climate Forum.

Date le dimensioni globali del circuito di studiosi che hanno scelto la complessità come campo di indagine, quella di Lucca è l’ultima Conferenza “Europea” per i Complex Systems: dal 2015 sarà infatti un Paese extraeuropeo a ospitarla. Dal 22 al 26 settembre, sono già programmati 34 seminari con docenti invitati dalle maggiori università del mondo; 200 relazioni di 15 minuti tenute da ricercatori selezionati con un bando internazionale; altre sessioni di presentazioni brevissime e in sequenza, da 3 minuti ciascuna, per gli altri contributi scientifici; l’esposizione dei poster di ricerca con gli autori pronti a illustrarli durante le pause; 28 eventi satellite che si svolgeranno in contemporanea su vari temi di approfondimento, nel formato tavola rotonda; una cena evento per i partecipanti, e infine una serata aperta ai cittadini nella Chiesa di San Francesco in cui Gianni Riotta intervisterà gli ospiti più importanti in una sorta di talk show con molte sorprese. 

Cinque giorni intensissimi con un programma dalle 9 del mattino alle 7 di sera, negli spazi dei Complessi di San Francesco e San Micheletto, di Villa Guinigi, di Villa Bottini e di Palazzo Bernardini, sede di Assindustria. Sono già iscritti oltre 400 partecipanti: la scadenza per iscriversi sul sito è il primo settembre e poi direttamente in loco dal 22 settembre, quindi si attende un numero di adesioni decisamente in crescita anche rispetto allo scorso anno.

A inaugurare la kermesse una cena con lo chef stellato Heinz Beck e, il 23 settembre, nel Complesso di San Francesco, il Campus di Imt, Gianni Riotta e Monica Maggioni intervisteranno ospiti prestigiosi in una sorta di talk show aperto alla città.

Nessun commento: