lunedì 7 luglio 2014

THE ERADICATION OF HUNGER - PER UN MONDO SENZA FAME


Dal 18 al 20 settembre 2014 presso la Fondazione Giorgio Cini, sull’isola di San Giorgio a Venezia, si terrà la 10a edizione della conferenza The Future of Science, che sarà dedicata ad un tema di grande attualità sociale ed emergenza globale: la fame nel mondo e le strategie per contrastarla.

L’accesso a cibo e acqua sono considerati diritti universali dalla Carta dei Diritti Umani della Nazioni Unite. Eppure oltre un miliardo di persone sulla Terra non ha accesso ad acqua pulita e soffre di denutrizione. La scarsità di cibo è la causa della maggior parte delle morti al mondo per malattia; la lotta per l’approvvigionamento a fonti di acqua pulita è una delle maggiori cause di conflitti armati. Di contro, le nazioni ricche del pianeta, che rappresentano una piccola parte dell’umanità, si trovano ad affrontare l’altro lato della medaglia della malnutrizione: l’eccesso di cibo e lo sviluppo dell’obesità, diventata una vera e propria epidemia con gravi conseguenze sulla salute.
"L'ingiustizia alimentare è una delle peggiori iniquità dei nostri tempi, un’offesa alla cultura e alla civiltà umana di fronte alla quale non possiamo rimanere inerti. L’obiettivo del World Food Summit è di dimezzare tra il 1990 e il 2015 il numero di persone che soffrono la fame e la malnutrizione, un obiettivo ancora molto lontano da raggiungere” dichiara la Professoressa Chiara Tonelli.
Con l’aumentare della popolazione mondiale, la risoluzione di questi problemi e una più equilibrata ridistribuzione delle risorse alimentari non è solo un imperativo morale, ma rappresenta l’unica strada per uno sviluppo sostenibile e per la sicurezza a livello mondiale.

La scienza e la tecnologia, se utilizzate con saggezza, possono apportare contributi essenziali alla via della risoluzione, guidando l’implementazione di soluzioni per assicurare a tutti sufficienti cibo e acqua pulita.
Nel corso della conferenza, il tema “The eradication of hunger” verrà approfondito da diverse prospettive, grazie a panel di eccellenti relatori competenti in diverse aree: cambiamenti climatici e desertificazione, agricoltura sostenibile, aumento esponenziale nel consumo di cibi di origine animale e patologie correlate (ad esempio diabete, obesità e malattie cardiovascolari), sicurezza e salute alimentare, ingegneria genetica e piante, implicazioni economiche, etiche e politiche.

Le conferenze The Future of Science rappresentano quindi uno dei più grandi appuntamenti italiani di divulgazione e cultura scientifica: un evento che per tre giorni riunisce i più importanti e affermati scienziati di tutto il mondo per raccontare alla società le sfide e le nuove frontiere della scienza, con l’obiettivo di migliorare la vita di tutti nella dignità e nel rispetto dell’uomo e del pianeta.

THE FUTURE OF SCIENCE

Il ciclo di conferenze internazionali The Future of Science rappresenta un consolidato appuntamento atto a promuovere il progresso delle scienze per il benessere della collettività.
La prima conferenza si è svolta nel 2005, e quest’anno è giunta alla decima edizione.

The Future of Science nasce da una grande visione del Fondatore, il Professor Umberto Veronesi, e della Professoressa Chiara Tonelli, Docente di Genetica e Prorettore alla Ricerca dell’Università degli Studi di Milano; da sempre con un forte obiettivo comune ed è organizzata a Venezia dalla Fondazione Umberto Veronesi insieme alla Fondazione Silvio Tronchetti Provera e alla Fondazione Giorgio Cini.
“L’idea di queste conferenze” spiega il Professor Veronesi “nasce dalla consapevolezza che la scienza è motore dello sviluppo sociale, economico e culturale solo quando le sfide e i dilemmi che accompagnano il progredire della conoscenza sono discussi dall’intera società”.
Lo scopo delle conferenze è quello di sottolineare l’importanza di un corretto sviluppo scientifico per migliorare la qualità di vita della collettività e ridefinire il ruolo centrale e partecipativo della scienza nella società del terzo millennio.
I temi toccati nelle precedenti edizioni di The Future of Science riguardano problematiche cruciali per il destino della nostra società: dall’evoluzione ai virus, dalle sfide energetiche alla rivoluzione del DNA, dalle nanotecnologie ai segreti della mente umana e della longevità.

"L’obiettivo è interrogarsi sul ruolo della scienza nella società contemporanea, anche per offrire ai governi e alla pubblica opinione indicazioni chiare e motivate sulle potenzialità del pensiero scientifico e sull’importanza della formazione scientifica nel mondo che verrà. La Conferenza nasce dunque per riportare la scienza al centro del dibattito culturale e sociale"
dichiara la Professoressa Tonelli
“The Future of Science – commenta Marco Tronchetti Provera, Presidente della Fondazione Silvio Tronchetti Provera - rappresenta dalla sua nascita un’occasione unica per stimolare il dialogo tra il mondo della ricerca scientifica e la società civile e produttiva. E anche quest’anno al centro del dibattito sarà un tema di grande attualità per lo sviluppo futuro, con contributi interdisciplinari e culturali che da sempre caratterizzano l’incontro di Venezia. L’obiettivo è quello di condividere conoscenze scientifiche e offrire, soprattutto ai giovani che partecipano numerosi all’’incontro, un momento di riflessione e una prospettiva sul ruolo delle scienze nel Terzo Millennio” 

“Il senso della nostra partecipazione all’organizzazione di questa Conferenza sul Futuro della Scienza – sottolinea Giovanni Bazoli, Presidente della Fondazione Giorgio Cini – testimonia ancora una volta l’impegno e la volontà della Fondazione Giorgio Cini di esercitare la propria tradizionale funzione di avanguardia culturale in Italia e in Europa, con particolare riguardo ai grandi temi della produzione, organizzazione e diffusione del sapere – di ogni forma di sapere -, delle sue applicazioni e implicazioni.”
Il Comitato Scientifico di The Future of Science è composto da scienziati e studiosi di altissimo rilievo internazionale, tra cui diversi Premi Nobel. I relatori vengono scelti tra i più noti e affermati esperti internazionali nelle diverse discipline e portano il loro punto di vista a un vasto pubblico di scienziati, filosofi, teologi, industriali, politici, economisti, giornalisti, studenti e a tutti coloro che sono interessati a conoscere le implicazioni sociali, politiche ed economiche dello sviluppo scientifico e tecnologico.


Comitato Organizzatore

Presidente - Umberto Veronesi
Vice Presidente - Kathleen Kennedy Townsend
Segretario Generale - Chiara Tonelli
Comitato Scientifico - Zhores Alferov, Peter Atkins, J.Michael Bishop, Claudio Bordignon, Claude Cohen-Tannoudji, Daniel Dennett, Luc Montagnier, Paul Nurse, Philip Pettit, Carlo Rubbia
Comitato Organizzatore - Carlo Bucci, Pasquale Gagliardi, Armando Peres, Lucio Pinto, Monica Ramaioli.

Nessun commento: