martedì 17 giugno 2014

BUZZOOLE SFIDA GOOGLE NEL BUZZ MARKETING

Buzzoolela startup italiana dell’incubatore 56CUBE in grado di identificare gli influencer sul web, lancia la versione beta con l’obiettivo di diventare il Google Adwords del buzzo marketing.

Una piattaforma per ottimizzare l’influenza online degli utenti e per generare passaparola veloce, facile e di qualità sul web: il nuovo vertical-tool per gestire campagne di digital PR.

Con il lancio della beta, Buzzoole offre una serie di nuove feature che completeranno il servizio come il personal influence graph: grazie a questo strumento gli utenti potranno comprendere in che modo, quanto e quando la loro attività social influenza i loro follower e amici.

Senza aver speso nulla per far crescere la propria community, la startup può ora contare su una base di 12.000 utenti attivi, 4.000 like su Facebook e, negli ultimi due mesi, ha iniziato la propria attività commerciale fatturando 40.000 Euro a 15 clienti fra cui MSC Crociere, MailUp, Iveco, MecGlobal e Ferrero.

Riferendosi ad una campagna buzz che ha svolto con Buzzoole, il Direttore Marketing di MailUp, Marco Massara ha dichiarato: “Il servizio di Buzzoole consente di andare oltre la solita attività di PR in maniera facile e veloce”.

Buzzoole consente alle aziende e in particolar modo alle agenzie di comunicazione e marketing di pianificare campagne buzz con la stessa facilità di una campagna con Adwords o Facebook Ads, in maniera completamente automatizzata.

Considerando la media del budget delle campagne passate, Buzzoole riesce ad avere un costo mediamente più conveniente del 70% rispetto a servizi analoghi da parte di agenzie di PR.

Il motivo è principalmente dovuto all’analisi semantica che l’algoritmo proprietario di Buzzoole – sviluppato insieme a Expert Systems, leader in tecnologia semantica per la gestione delle informazioni – può effettuare sui dati degli utenti social. Questo software è in grado di analizzare reach, resonance e relevance dell’attività online degli utenti, e di ottimizzare l’analisi stessa grazie agli open data e al social graph degli utenti.

Gennaro Varriale, Co-Fondatore e CTO di Buzzoole, commenta così il lancio della versione beta: “Dopo lunghi mesi di lavoro siamo riusciti a ridefinire il nostro algoritmo rendendolo capace di analizzare dettagliatamente l’attività social dei nostri utenti, migliorando la qualità e la reach virale dei contenuti. Siamo davvero felici di poter dare ai nostri utenti uno strumento intuitivo che analizza la loro stessa influenza social!”.



Buzzoole offre attualmente i propri servizi mediante tre modalità:

le campagne che si svolgono secondo la modalità pay as you go/pay per post;
i contest in cui gli utenti selezionati creano un report sulla reputazione di un brand e ricevono un compenso in base alla qualità del proprio lavoro
Finder, il motore di ricerca passivo che permette di trovare gli influencer grazie a specifiche ricerche, andando a pescare da un bacino di più di 2 miliardi di utenti da convertire in brand ambassador.

Tra i maggiori competitor di questa startup troviamo Klout e Mylikes, ma Buzzoole si differenzia soprattutto in quanto è l’unica a possedere una piattaforma del tutto automatizzata, a basarsi su una tecnologia capace di individuare e targettizzare gli influencer e ad avere un modello totalmente agency-friendly. L’unione di questi tre fattori consente alla startup napoletana un vantaggio competitivo che le permette un posizionamento dirompente all’interno del mercato digitale.

Questa piccola startup sta rivoluzionando il mondo delle campagne di buzz marketing. Considerando che è basata su una tecnologia completamente scalabile, gli sviluppatori di Buzzoole sono riusciti a convertire quello che un tempo era un lungo processo di individuazione manuale in uno molto più snello e veloce.

Grazie a Buzzoole è possibile generale efficacemente passaparola virale online, ma senza dover sostenere costi eccessivi; in questo modo chiunque può creare una campagna marketing simile a quelle tradizionali, ma “senza dover svaligiare una banca”.

Buzzoole – www.buzzoole.com

Buzzoole – startup digitale innovativa di 56CUBE, incubatore per il Sud Italia lanciato da Digital Magics –  è la prima piattaforma italiana di IEO (influence engine optimization) che ottimizza la presenza online degli utenti. Grazie all’algoritmo proprietario sviluppato, Buzzoole permette sia a grandi operatori industriali che a piccole e medie imprese, italiani e internazionali, di identificare qualitativamente gli influencer del proprio mercato, e di generare passaparola su prodotti e servizi attraverso i trendsetter individuati, remunerandoli con offerte dedicate come sconti, test di prodotti, inviti esclusivi.


ARTICOLI CORRELATI

STARTUP ITALIANE: PARTNERSHIP EXPERT SYSTEM E DIGITAL MAGICS INSIEME PER L’INNOVAZIONE



Nessun commento: