giovedì 12 dicembre 2013

TWITTER: ECCO COME TI "SPIO" I FORCONI

Volete sapere in tempo reale dove si stanno spostando i movimenti che in questo momento stanno ostacolando la normale vita pubblica di una città come Torino?

La ISI Foundation, ente di ricerca, sfrutta le logiche dei social network e in particolare di Twitter, dove le informazioni di geolocalizzazione e i contenuti (parole chiave) vengono trasmessi involontariamente dagli stessi smartphone dei manifestanti.

Ecco così che è possibile tracciare una mappa in tempo reale dei movimenti e seguirne le direzioni.  
Come potete vedere qui  www.datainterfaces.org/projects/forconi/

Attraverso i big data normalmente rilasciati dagli stessi utilizzatori è possibile ottenere informazioni essenziali sui comportamenti sociali della popolazione.

Ma qui NSA non centra nulla: pochi infatti sanno che qualora non sia disattivato di proposito, qualsiasi device (smartphone o tablet) rilascia continuamente informazioni sulla nostra vita, spostamenti compresi. 

Esempio: volete vedere come Google vi traccia? Se siete abituati a lasciare aperto il canale social di georeferenziazione del vostro smartphone provate a verificare quanti dati permettete che siano resi pubblici.

Nessun commento: