martedì 3 settembre 2013

IL PROGRAMMA DI TRIESTE NEXT: L'EVENTO CHE CONNETTE RICERCA SCIENTIFICA E IMPRESA

Dal 27 al 29 settembre il Salone Europeo accenderà i riflettori sulla città simbolo della ricerca scientifica: 100 appuntamenti e 150 relatori targati “WaterWISE”. Inaugurazione il 26 settembre con la serata in ricordo di Margherita Hack; tra gli ospiti principali: Jan Lundqvist e Beppe Severgnini, Andras Szollosi-Nagy e Giulio Giorello, Mike Leece e Folco Quilici, Matteo Marzotto e Isabella Chiodi

Sarà la serata in ricordo di Margherita Hack, la celebre astrofisica scomparsa lo scorso 29 giugno, a inaugurare la seconda edizione di Trieste Next giovedì 26 settembre 2013.

La città di Trieste, che adottò la “signora delle stelle”, fiorentina di nascita, nel 1964, organizza il primo tributo nazionale a una delle menti più raffinate del nostro panorama scientifico e culturale contemporaneo: una serata, in diretta streaming su Rai Scuola, con contributi video originali e testimonianze di suoi colleghi e partner. Interverranno tra gli altri anche i due sindaci delle “città della Hack”, Roberto Cosolini, sindaco di Trieste, e Matteo Renzi sindaco di Firenze.

IL TEMA DELLA SECONDA EDIZIONE. È l’acqua il tema portante della seconda edizione di Trieste Next: acqua come fattore vitale per l’umanità e per l’economia, acqua nelle sue molteplici implicazioni. Il Salone proporrà un approccio “saggio” – wise, appunto – al tema, dove WISE è anche acronimo di wealth (ricchezza), information (informazione), sustainability (sostenibilità), environment (ambiente). Tre i filoni lungo i quali si declinerà la riflessione attraverso i dibattiti e gli appuntamenti della sezione “Educational”: l’acqua come risorsa universale, sul tema dell’uso sostenibile, dell’inquinamento, del riciclo delle acque; le vie d’acqua, sul tema dei trasporti e dell’architettura, ingegneria e tecnologia navale; e l’acqua come molecola della vita, dove si darà ampio spazio agli aspetti più tipicamente scientifici – chimica, biologia, medicina e fisica – dell’acqua.

RELATORI NAZIONALI E INTERNAZIONALI. Saranno oltre 150 i relatori della seconda edizione di Trieste Next. Tra gli ospiti internazionali di maggior rilievo: Jan Lundqvist, senior scientific advisor del SIWI Stockholm International Water Institute, consulente ed esperto di blue economy e governance dell’acqua per le Nazioni Unite e per numerose ONG internazionali; e il rettore dell’Institute for Water Education András Szollosi-Nagy, già presidente di UN-Water e tra i promotori del World Water Council.
Confermati, tra i rappresentanti istituzionali, Flavio Zanonato, ministro per lo Sviluppo Economico, Debora Serracchiani, governatore Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, e Matteo Renzi, sindaco di Firenze.

I big del mondo della scienza e della cultura – tra cui Edoardo Boncinelli, Giulio Giorello, Paolo Rumiz, Folco Quilici – affiancheranno le firme più autorevoli dell’informazione, scientifica e non, in Italia: da Beppe Severgnini a Marco Panara, da Marco Cattaneo a Massimo Sideri, da Luca Pagni a Luca Bignami, da Mariano Maugeri a Eliana Liotta.

Numerosi anche gli esponenti di punta della ricerca: da Giovanni Bignami, presidente INAF-Istituto Nazionale di Astrofisica, a Francesca Matteucci, presidente Consiglio Scientifico sempre dell’INAF; da Andrea Segrè, direttore Dipartimento di Scienze e tecnologie agroalimentari Università di Bologna, al climatologo Luca Lombroso, a Telmo Pievani, docente di Filosofia delle Scienze biologiche all’Università di Padova.

Ampia, infine, la partecipazione dal mondo dell’impresa: tra gli imprenditori confermati, Massimo Carraro, presidente Morellato, Isabella Chiodi, vicepresidente IBM Europa, Giuseppe Costa, presidente Costa Edutainment, Paolo Costa, presidente Autorità Portuale di Venezia, Matteo Marzotto, presidente Vionnet e presidente Fondazione CUOA; e ancora, Giulio Bonazzi, amministratore delegato Aquafil, Sergio Razeto, presidente Wärtsilä Italia, Roberto Brazzale, presidente Brazzale Gran Moravia, Chicco Testa, presidente Telit Comunicazione.


IL PROGRAMMA DI TRIESTE NEXT 2013: SCIENZA AL FUTURO. Sono 100 gli appuntamenti della seconda edizione di Trieste Next, suddivisi nelle cinque sezioni: Scienza al futuro, La città della scienza, Mostre, Next off, Next per i bambini. Il programma completo del Salone Europeo della Ricerca Scientifica è disponibile da oggi sul sito www.triestenext.it, nella sezione Programma, dove è possibile scoprire gli appuntamenti in calendario, i relatori, le location e le sezioni e registrarsi agli eventi di proprio interesse.
Trieste Next si aprirà con una serie di anteprime in programma già a partire da lunedì 23 settembre, con il XCIX Congresso Nazionale della Società Italiana di Fisica, che vedrà l’attribuzione del prestigioso premio Fermi (23 settembre), la partecipazione di Fabiola Gianotti, ricercatrice dell CERN di Ginevra, e la consegna del dottorato honoris causa della SISSA a Peter Higgs (26 settembre, ore 10.00, Aula Magna SISSA).
Sempre lunedì 23 settembre (ore 17.30, Stabilimento Ausonia), Paolo Rumiz sarà il protagonista di “L’arte del lento viaggiare tra terra e acqua”, evento di chiusura straordinaria della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: il giornalista e scrittore triestino presenterà il suo ultimo libro Morimondo, racconto di uno straordinario viaggio di conoscenza del Po, nato come reportage e documentario e diventato poi un romanzo, “un viaggio interiore, un’avventura scavata nell’immaginazione”.


Giovedì 26 settembre, alle ore 21 al Teatro Verdi, e in diretta streaming su Rai Scuola, Trieste Next si apre con Siamo fatti di stelle. Serata in ricordo di Margherita Hack: immagini, video e testimonianze per celebrare uno dei simboli della città di Trieste e promuovere la sua straordinaria avventura umana e intellettuale. Tra gli ospiti della serata, i sindaci delle sue due città, Firenze e Trieste, Matteo Renzi e Roberto Cosolini, ma anche di suoi colleghi, collaboratori e partner: Stefano Borgani direttore INAF sezione di Trieste; Don Pierluigi Di Piazza, con cui l’astrofisica si confrontò in Dialogo tra un’atea e un prete, Francesca Matteucci presidente Consiglio Scientifico INAF, e Federico Taddia, giornalista e co-autore con la Hack di Nove vite come i gatti. Sarà possibile seguire l’evento in live streaming sul sito di Rai Scuola (www.scuola.rai.it).

Venerdì 27 settembre la macchina di Trieste Next funzionerà già a pieno regime con una serie di appuntamenti da non perdere. A partire dall’evento targato Telecom Italia – Italiax10. La scienza del futuro (ore 17) – che vedrà 10 ricercatori alternarsi sul palco del Teatro Verdi e in live streaming su italiax10.telecomitalia.com, e presentare, sotto la guida di Beppe Severgnini, i propri progetti di ricerca. Si potrà interagire con i protagonisti dell’evento via Twitter usando gli hashtag #italiax10 e #triestenext.
La seconda edizione di Trieste Next si aprirà ufficialmente alle 21 (Teatro Verdi) con la lectio magistralis di uno degli ospiti internazionali di rilievo di questa edizione di Trieste Next, Jan Lundqvist, senior scientific advisor del SIWI Stockholm International Water Institute, introdotto da Andrea Segrè, presidente di Last Minute Market, che parlerà del tema “L’acqua è preziosa”.
La serata di venerdì 27 settembre sarà segnata anche da La Notte dei Ricercatori NEAR, che coinvolgerà i principali centri di ricerca e università di Trieste, del Friuli Venezia Giulia e del Veneto; a Trieste si allestirà un vero e proprio villaggio in piazza Unità d’Italia con 8 tensostrutture dove potersi immergere in tutti i settori della scienza e della tecnologia in un ambito informale e giocoso.

Grande attesa, nella mattinata di sabato 28 settembre, per l’intervento del ministro per lo Sviluppo Economico Flavio Zanonato, che concluderà i lavori di NTT-Nordest Technology Transfer (ore 11, Teatro Verdi): durante l’appuntamento, condotto da Paolo Possamai, direttore Il Piccolo, i ricercatori selezionati presenteranno i propri progetti di innovazione “pronta per l’impresa” di fronte a un panel di capitani d’impresa di rilievo internazionale e nazionale: Massimo Carraro, presidente Morellato, Isabella Chiodi, vicepresidente IBM Europa, Matteo Marzotto, presidente Vionnet e presidente Fondazione CUOA, Giuseppe Morandini, presidente CariFVG, Sergio Razeto, presidente Wärtsilä Italia, Chicco Testa, presidente Telit Comunicazione, Roberta Virago, responsabile commerciale Virosac.

La mattinata proseguirà a Panorama Giustinelli con la consegna del Premio “Vivere a spreco zero” 2013 (ore 12), che sarà consegnato alla presenza del presidente di Last Minute Market Andrea Segrè, del sindaco di Trieste Roberto Cosolini e di Jan Lundqvist. Sempre alle 12, il Ridotto del Teatro Verdi ospiterà Un parco navale a Trieste? con l’intervento, tra gli altri, dello scrittore e documentarista Folco Quilici, mentre l’Auditorium del Museo Revoltella, vedrà Edoardo Boncinelli e Telmo Pievani dialogare sul tema “Alla scoperta della vita”.

Il pomeriggio di sabato sarà dedicato invece alle infrastrutture marittime: Paolo Costa, presidente Autorità Portuale di Venezia, Galliano Di Marco, presidente Autorità Portuale di Ravenna, Vlado Mezak, presidente Autorità Portuale di Fiume, e Debora Serracchiani discuteranno sul tema “Un grande porto dell’Alto Adriatico?” (ore 15, Ridotto Teatro Verdi). Si parlerà anche di “Acqua e innovazione” (ore 15, Starhotels Savoia Excelsior Palace), con la partecipazione di Giulio Bonazzi, amministratore delegato Aquafil, Roberto Brazzale, presidente Brazzale, Enzo Giust, managing director Veolia Water Solutions & Technology Italia, Paolo Tonon, vicepresidente R&D Wärtsilä Corporate, e la moderazione del giornalista di Repubblica Affari&Finanza Marco Panara. Due gli appuntamenti alle ore 17: la lectio magistralis del filosofo Giulio Giorello, Metamorfosi dell’acqua (Museo Revoltella) e il dialogo – To share or not to share – tra Beppe Severgnini e Massimo Sideri, che presenterà il suo ultimo Tecnologismi. Posologia e controindicazioni per l’uso dei social network (Ridotto Teatro Verdi). 

La giornata conclusiva di Trieste Next, domenica 29 settembre, si aprirà all’Auditorium del Museo Revoltella con Viaggio al centro della terra (ore 11), dibattito condotto dal direttore de Le Scienze Marco Cattaneo, che vedrà la partecipazione di Francesca Matteucci, presidente Consiglio Scientifico INAF, e il direttore INAF-Sezione di Trieste Giovanni Bignami, che presenterà il suo ultimo libro Il mistero delle sette sfere. Sempre alle 11, il Ridotto del Teatro Verdi ospiterà invece il confronto sul tema “Parchi acquatici: opportunità di sviluppo economico”, con la partecipazione di Giuseppe Costa, presidente Costa Edutainment, João Falcato, presidente e CEO Oceanário de Lisboa, e Guido Guerzoni, docente di Economia e management delle istituzioni culturali. Alle ore 12 (Starhotels Savoia Excelsior Palace), sarà la volta di “Consorzi di bonifica: strategia per efficienza e competitività del territorio agricolo”, che vedrà la partecipazione di Pippo Americo, presidente Consorzio di Bonifica Cellina Meduna, Massimo Canali, direttore ATO, Anna Maria Martuccelli, direttore generale ANBI, per la conduzione di Mariano Maugeri, giornalista Sole 24 Ore.
Il calendario dei dibattiti si chiuderà domenica pomeriggio, alle ore 15 (Ridotto Teatro Verdi), con “L’acqua che cura” e l’intervento di Fabrizio Caldara, direttore scientifico Centro Studi Termali Pietro d’Abano, Franco Cozzi, ricercatore di Reumatologia Università di Padova, Nives Kovač, docente Istituto Nazionale di Biologia di Pirano, Ida Poletto, presidente Abano Spa, e Umberto Solimene, direttore Scuola di Specializzazione in Medicina Termale Università di Milano. A condurre il dibattito conclusivo, Eliana Liotta, direttore Ok, la salute.


LA CITTÀ DELLA SCIENZA: INCONTRI, MOSTRE, SPETTACOLI, EVENTI PER I BAMBINI. Nei giorni di Trieste Next, Trieste sarà animata anche da una serie di incontri, laboratori, proiezioni, spettacoli organizzati da un ampio network di collaborazioni tra istituti e centri di ricerca, associazioni culturali e scientifiche e gruppi informali della città. Cuore pulsante della “Città della scienza” sarà piazza Unità d’Italia, dove verrà creata l’Agorà della Scienza.
Menzione particolare merita la mostra “Acqua: identità di un territorio” (Magazzino delle Idee, dal 13 settembre al 13 ottobre, ingresso gratuito. Orari di apertura 27-28-29 settembre: 10-20), promossa dalla Provincia di Trieste: un’esposizione che accompagna il visitatore a leggere il paesaggio che lo circonda, Trieste e il suo entroterra, seguendo le innumerevoli tracce dell’acqua, attraverso reperti, fotografie, strumenti, carte e documenti. Tra i simboli dell’esposizione un grande squalo bianco, una femmina di 5,30 cm: pescato nel Quarnero (Croazia) nel 1906, è il più grande esemplare imbalsamato conservato in Europa e nell’emisfero Nord, nonché il secondo al mondo; è proprietà del Museo Civico di Storia Naturale di Trieste ed è stato restaurato dalla Provincia in occasione della mostra.
Tra gli spettacoli, da non perdere “Finalmente il finimondo”, spettacolo-viaggio fino alla fine del mondo (Sala Tripcovich, ore 21): partendo dalla famosa profezia dei Maya, la Banda Osiris, con il supporto del filosofo Telmo Pievani e del giornalista Federico Taddia, raccontano le inutili previsioni elaborate dall'uomo per dare una data di scadenza alla propria stirpe cercando di leggere i piccoli e surreali segni di un’ipotetica prossima sventura.

Ricco anche il programma per i bambini: special guest della seconda edizione di Trieste Next sarà Topolino, il settimanale a fumetti più amato al mondo, che sarà protagonista di un intenso programma per le scuole e i bambini nella struttura ad hoc che verrà allestita in piazza Unità d’Italia. Il team della redazione di Topolino, alla presenza del direttore Valentina De Poli e del disegnatore Lorenzo Pastrovicchio e di autori e disegnatori del giornale, incontrerà lettori e studenti per realizzare insieme un numero maxi del giornale a fumetti, dedicato al tema dell’acqua; domenica 29, la scuola di disegno sarà aperta a tutti i bambini.


CREDITS

Promotori: Comune di Trieste, Università di Trieste e Nordesteuropa Editore

Con il contributo di: Fondazione CRTrieste

Main partner: Telecom Italia, Wärtsilä Italia

Main Supporter: Gran Moravia

Copromotori: Area Science Park, Camera di Commercio di Trieste, Provincia di Trieste, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, SISSA-Scuola Superiore di Studi Avanzati

Sponsor: Abano Spa, Acegas Aps-Gruppo Hera, Centro Studi Termali Veneto “Pietro d’Abano”, COOP-Cooperative operaie di Trieste Istria e Friuli, Costa Edutainment, Romiri Dubai Branch, Thermae Abano Montegrotto, Unione Consorzio di Bonifica, Trieste Trasporti, Veolia

Con la collaborazione di: Associazione Chamber Music – Trieste, Associazione Trieste Sommersa Diving, Autorità Portuale di Trieste, Barcolana, CNR-IOM, Fondazione Teatro Verdi di Trieste, INAF-OATS, INFN-Sezione di Trieste, Last Minute Market, Un anno contro lo spreco Elettra- Sincrotrone Trieste, Consorzio per la Fisica, FIT, Istituto nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS

Sponsor tecnici: Acqua Pradis, Associazione Italiana Sommelier del Friuli Venezia Giulia-sezione Trieste, Bisol, Insiel, Loison, Masi Agricola, Merano Wine Festival, Caffè Teatro Verdi

Media Partners: Il Piccolo, VeneziePost, Marsilio Editori, Topolino, Rai Scuola, ICMoving Channel

Nordest Technology Transfer è un progetto Fondazione CUOA e MIB – School of Management, realizzato in collaborazione con gli uffici di trasferimento tecnologico delle Università di Padova, Trento, Trieste, Udine, Venezia, Verona, e la SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, con il sostegno di CariFVG, Studio Bonini e Studio Cortellazzo&Soatto

Con la partecipazione di: Annadana, ACCRI, ARPA, ASS1 Triestina, Associazione culturale Merlino Multivisioni, Associazione Medicina, Complessità AMeC, Associazione Micologica Bresadola, Associazione Poesia e Solidarietà, Associazione Tutori Stagni e Zone Umide del FVG, Bonawentura, Cappella Underground, Centro Studi Melanie Klein, Civici Musei Scientifici del Comune di Trieste, Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini” di Trieste, Consulta Giovanile del Comune di Trieste, Centro per la Salute del Bambino Onlus, Comune di San Dorligo della Valle – Dolina, Consulta Giovanile di Trieste, Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Corpo forestale regionale, Divulgando, Dolomiti Contemporanee, Ente tutela Pesca del Friuli Venezia Giulia, Etrarte, Fondazione Italiana Fegato ONLUS, ICGEB Intenational Centre for Genetic Engineering and Biotechnology, Iniziative Culturali, Life Learning Center, Marina San Giusto, Museo Speleologico della Grotta Gigante di Trieste, Riserva Naturale della Val Rosandra - Dolina Glinščice, Science Centre Immaginario Scientifico, Shoreline soc. coop., Stazione Rogers, TWAS The World Academy of Science, Università del caffè illycaffè, WWF Area Marina Protetta Miramare


LE SEDI. Come già nel 2012, la seconda edizione di Trieste Next animerà il cuore della città: il Teatro Verdi ospiterà gli eventi principali in programma (tra cui l’anteprima del 26 settembre, Italiax10, NTT-Nordest Technology Transfer), mentre il Ridotto del Teatro Verdi, l’Auditorium del Museo Revoltella, l’Aula Magna della Scuola Superiore di Lingue Moderni per Interpreti e Traduttori e lo Starhotels Savoia Excelsior Palace ospiteranno il calendario dei dibattiti. Nei giorni del Salone, Piazza Unità d’Italia si trasformerà nell’Agorà della Scienza con stand, presentazioni, laboratori e attività per ragazzi, mentre lo Spazio Topolino, sempre in Piazza Unità, sarà interamente dedicato ai più piccoli. E ancora, tra le altre sedi coinvolte, lo Stabilimento Ausonia, l’Auditorium del Salone degli Incanti, Panorama Giustinelli, Sala Tripcovich.



TRIESTE NEXT SULLA RETE. Punto di riferimento per aggiornamenti in progress sul Salone Europeo della Ricerca Scientifica è il sito internet di Trieste Next, www.triestenext.it, dove a partire dal 2 settembre sarà possibile consultare il calendario degli eventi per data, luogo, relatore e sezione e creare il proprio calendario personalizzato. È già molto attiva la comunità di Facebook, dove la pagina ufficiale del Salone (https://www.facebook.com/triestenext) raccoglie già oltre 1100 like, e di Twitter al profilo @TriesteNext; hashtag ufficiali della manifestazione #triestenext e #next02. Sono nate da pochi giorni anche le pagine Google+ (http://bit.ly/141TRG7) e Linkedin (http://linkd.in/1edgkBT).

COME PARTECIPARE. Tutti gli eventi di Trieste Next sono a ingresso libero, tranne ove diversamente specificato. I posti in sala sono limitati: il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito www.triestenext.it, dove è possibile registrarsi agli eventi in programma nella sezione “Programma 2013”. Prevista la vendita di biglietti per gli spettacoli “Finalmente il finimondo” (offerta libera) e “Ventimila leghe sotto i mari” (biglietto unico 5 euro), i cui incassi saranno devoluti al restauro della cupola Urania Carsica della Stazione Osservativa di Basovizza in omaggio a Margherita Hack.


Per informazioni e accrediti
Trieste Next – Ufficio Stampa Nazionale e Internazionale
Tel. +390498757589 int. 13 – Cell. +393932450702
ufficiostampa@nordesteuropa.it | www.triestenext.it

Nessun commento: