venerdì 9 agosto 2013

BBC KNOWLEDGE PRESENTA IL "CAMMINO DELLA SCIENZA"

DA MERCOLEDÌ 14 AGOSTO 2013 - ORE 21 SU MEDIASET PREMIUM

In che modo gli scienziati hanno contribuito all'evoluzione della scienza a livello mondiale?
E quali sono i maggiori benefici che questi uomini geniali hanno apportato all'intera umanità in termini di scoperte scientifiche e grandi invenzioni?

prof. Brian Cox


Parte il viaggio alla scoperta delle risposte a questi interessanti quesiti nel nuovo programma on air su
"Il Cammino della Scienza” – prima visione
Da mercoledì 14 agosto, ore 21:00

video

Il Professor Brian Cox va alla ricerca delle eccellenze britanniche in campo scientifico e presenta i suoi più meritevoli rappresentanti.

Lo farà visitando i luoghi che sono stati teatro delle scoperte più importanti, riproducendo gli esperimenti che hanno portato a grandi risultati, esaminando l’eredità che questi uomini hanno lasciato nelle mani degli scienziati che li hanno succeduti.



Si parte dagli albori della scienza moderna con Isaac Newton, un uomo dalla personalità complessa, capace di intimorire con il sorriso i suoi rivali e di custodire gelosamente i suoi segreti. Con lui, spiega Brian, si è assistito a una radicale evoluzione dell’essenza stessa della scienza e delle scoperte.

Nel secondo episodio Brian si concentra su Humphrey Davy, chimico e inventore, che con i suoi studi influenzò l’ideazione di uno dei protagonisti di Frankenstein. Il tema è quello del DNA e di come il suo studio abbia portato alle più controverse evoluzioni scientifiche: dai cibi geneticamente modificati agli embrioni trigenitoriali.

prof. Brian Cox



I fondi a favore della scienza sono al centro del terzo episodio: Brian ricorda come un tempo la ricerca scientifica fosse sostenuta e finanziata da cordate di uomini ricchi e indipendenti, uniti dalla medesima idea di progresso.

L’occasione giusta per visitare il Crick Institute di Londra, un luogo dove ci si auspica che i migliori cervelli al mondo possano avere la libertà di fare ricerca su ciò che vorranno…

Nessun commento: