sabato 15 giugno 2013

26 STORIE DI MAKERS E INNOVATORI AL GALILEO INNOVACTORS' FESTIVAL

Sono 26, proprio come le miglia di una maratona, le imprese innovatrici protagoniste della Maratona della Microinnovazione, in programma al Caffè Pedrocchi di Padova, e in diretta streaming su www.galileofestival.it, da venerdì 21 fino alla tarda serata di sabato 22 giugno in occasione della prima edizione del Galileo Innovactors’ Festival-Salone Europeo dell’Innovazione e del Trasferimento Tecnologico, promosso da Nordesteuropa Editore/Venezie Post e Università di Padova.

Un’iniziativa – quella della Maratona della Microinnovazione – che vuole riportare il tema dell’innovazione sulle coordinate di concretezza e crescita economica: «innovazione è un termine abusato» – commenta il direttore del Galileo Innovactors’ Festival, Filiberto Zovico –. «Non innovano solo gli startupper, c’è un tessuto di piccole e medie aziende che innovano tutti i giorni: aziende con una lunga tradizione, ben avviate e solide, che compiono percorsi di innovazione che si concretizzano in brevetti nazionali, europei o internazionali di successo. Dal settore siderurgico alla meccanica, dall’agroalimentare all’edilizia, dall’energia all’artigianato: questa è l’innovazione “vera”, quella che genera fatturato» conclude Zovico.


Sulla stessa linea anche il presidente del Comitato Scientifico del Galileo Innovactors’ Festival, Paolo Gubitta: «la Maratona della Microinnovazione è uno dei tratti più visionari di questa prima edizione. Vogliamo provare a correggere lo strabismo imperante: siamo tutti emozionati a guardare le innovazioni che cambieranno il mondo nei prossimi decenni e non vediamo le innovazioni incrementali che danno risultati visibili già da domani, che permettono alle nostre imprese di mantenersi competitive e di pagare gli stipendi a fine mese. Le nostre imprese sono miniere di piccole innovazioni, perché i nostri imprenditori “sanno” e “sanno fare”. Noi li aiutiamo a “far sapere”.

E’ necessario anche imparare a proteggere l’innovazione. E’ questo il punto di vista di Ercole Bonini, presidente dello Studio Bonini, partner dell’iniziativa, che da anni si occupa di tutela della proprietà intellettuale e di “proteggere” l’innovazione: «La migliore via per evitare, per quanto possibile, che altri competitors la copino, è quella di depositare un brevetto, un design, un marchio. Ma questo è anche il tempo che le nostre aziende imparino dagli americani ad utilizzare i brevetti per fare business attraverso la concessione di licenze nelle aree economiche d’interesse. Come del resto fanno anche i nostri vicini tedeschi che hanno capito da tempo che il brevetto è un investimento per l’azienda: questo è uno dei motori essenziali per far ripartire la nave Italia dalle secche dove si è da tempo incagliata».

La Maratona avrà quindi avvio venerdì 21 giugno, alle 14, e proseguirà fino alle 22.30 di sabato 22 giugno. Due le sezioni speciali della maratona, dedicate rispettivamente al mondo dell’agroalimentare e dell’artigianato: la prima – intitolata Tastechangers, in programma alle ore 20 di venerdì 21 e sabato 22 – vedrà le più importanti aziende innovative del food made in Italy presentare i propri prodotti con parole, immagini e piccole degustazioni.
La seconda sezione – intitolata Makers – è realizzata in collaborazione con CNA Veneto e CNA Next e vedrà come protagonisti i “nuovi” artigiani che coniugano saper fare e tecnologia in un mix fortemente innovativo. Quest’ultima concluderà la Maratona della Microinnovazione sabato 22 a partire dalle 21, aprendo così la strada al gran finale del Galileo Innovactors’ Festival, realizzato in collaborazione con Google Hangout/Youtube, con la diretta streaming da San Francisco di From Taylorism to Tailormade, dibattito promosso dalla Fondazione Giannino Bassetti in occasione dell’Anno dell’Italia negli Stati Uniti e che vedrà la partecipazione del fondatore di Wired e autore di The Maker Revolution Chris Anderson e del teorico del “futuro artigiano” Stefano Micelli.

I PARTNER DEL GALILEO INNOVACTORS’ FESTIVAL. 
Galileo Innovactors’ Festival è un progetto Nordesteuropa Editore/VeneziePost e Università di Padova
Con il patrocinio e la collaborazione di: Comune di Padova
Con il patrocinio di Provincia di Padova
Main partner: Poste Italiane
Sponsor: Studio Bonini, Studio Cortellazzo & Soatto, Bisol, Brazzale Gran Moravia,
Masi Agricola e altri 50 partner e collaborazioni
Media partners: Corriere del Veneto, Corriere Innovazione, Marsilio, ICMoving Channel, Che futuro!, Startup Italia!
Direttore del Galileo Innovactors’ Festival: Filiberto Zovico
Presidente del Comitato Scientifico: Paolo Gubitta

IL FESTIVAL SULLA RETE. 
Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito www.galileofestival.it, dove è possibile consultare il calendario degli eventi per data, luogo, relatore e sezione. Si può scoprire il Galileo Innovactors’ Festival anche su Facebook alla pagina ufficiale della manifestazione: https://www.facebook.com/galileoinnovactionfestival. Su twitter il Festival è disponibile alla pagina @Galileoinnovact; hashtag ufficiali della manifestazione #gif01 #galileoinnovact.

COME PARTECIPARE. 
Tutti gli eventi del Galileo Innovactors’ Festival sono a ingresso libero. I posti in sala sono limitati: a partire da mercoledì 12 giugno sarà possibile registrarsi agli eventi in programma.

Per informazioni
Galileo Innovactors’ Festival
Ufficio stampa nazionale e internazionale
Tel. 0498757589 int. 13
ufficiostampa@nordesteuropa.it

LE 26 INNOVAZIONI IN RASSEGNA

1. DWS System Prototipazione 3D
Presenta Enrico Bulian, responsabile commerciale
Venerdì 21 giugno, ore 14.10
La macchina stereolitografica rende più rapida e flessibile la prototipazione e la produzione di oggetti tridimensionali riducendo al minimo la fase di finitura manuale e i costi di produzione. Il brevetto riguarda un metodo di stereolitografia, e la relativa macchina – dFab - in grado di produrre un oggetto tridimensionale in modo particolarmente rapido ed affidabile riducendo così il time to market (tempi di sviluppo di nuovi prodotti industriali).

2. Mattiussi Ecologia Contenitori per la raccolta differenziata
Presenta Massimo Miotti, responsabile tecnico
Venerdì 21 giugno, ore 14.30
Grazie agli accorgimenti tecnici, ergonomici ed estetici, OLIMAX è un incentivo alla raccolta differenziata, riducendo l’inquinamento ambientale e l’emissione di gas di scarico. Il prodotto è dotato di un tappo a vite con dispositivo di sicurezza; l’ampia bocca d’introduzione creata facilita il conferimento dell’olio senza l’uso dell’imbuto. Il bocchello è dotato di un dispositivo raccogli goccia e di una feritoia per evitare gorgoglii indesiderati e gocciolamenti in fase di svuotamento. Il coperchio di chiusura è dotato di un filetto interno al fusto per una maggiore pulizia. Il filtro rimanendo all’interno del contenitore, sotto al coperchio evita gocciolamenti accidentali a seguito dell’asportazione del filtro.

3. Contarina Sistemi integrati per la raccolta differenziata
Presenta Michele Rasera, direttore generale
Venerdì 21 giugno, ore 14.50
Contarina S.p.A, molto conosciuta per il proprio sistema di gestione dei rifiuti, utilizza un sistema integrato che considera il rifiuto dalla produzione, alla raccolta, al trattamento e recupero, producendo un impatto positivo sia sulla natura che sulla vita dei cittadini. L’azienda opera per il raggiungimento di una % sempre più elevata di raccolta differenziata, la riduzione dei rifiuti prodotti, in particolare del non riciclabile, l’innalzamento della qualità del materiale raccolto e del servizio offerto, per ottimizzare il rapporto fra i costi e i benefici.

4. SVECOM P.E. Impianti ad avvolgimento di bobine
Presenta Leonida Vignati, direttore commerciale Converting
Venerdì 21 giugno, ore 19.00
Il prodotto consiste in un albero espansibile per l’avvolgimento di bobine disposte in parallelo che comprende un nucleo cilindrico in cui sono presenti mezzi di espansione che esercitano una forza di attrito su una serie di anelli accoppiati al nucleo, e mezzi separatori assiali, accoppiati ad anelli , per poter determinare una separazione tra ciascuna coppia di anelli adiacenti.

5. Fondazione Edmund Mach Caratterizzazione struttura interna dei formaggi
Presenta Francesco Dalla Porta, technology transfer and grants office manager
Venerdì 21 giugno, ore 19.20
Il dispositivo è predisposto per la caratterizzazione della struttura interna di un blocco di formaggio e comprende un percussore, un ricevitore ed una sede di alloggiamento del blocco di formaggio. Il percussore colpisce una regione superficiale del blocco di formaggio ed il ricevitore riceve un’onda di percussione generando un corrispondente segnale che permette di verificare la struttura interna del blocco.

6. SO4 Packaging per la conservazione del cibo
Presenta Silvia Ortolani, direttore commerciale
Venerdì 21 giugno, ore 19.40
Il salvafreschezza Ideabrill è un prodotto unico, capace di riunire in sé i vantaggi dei vari incarti tradizionali, riuscendo così a proteggere la freschezza e il sapore dei cibi freschi e, al tempo stesso, a tutelare l’ambiente. Ideabrill è il risultato di kraft di pura cellulosa accoppiato ad un film di polipropilene trattato, materiali che consentono di mantenere più a lungo e al meglio tutte le caratteristiche organolettiche degli alimenti. Ideabrill è un prodotto eco-compatibile e permette la raccolta differenziata, grazie alla facile separabilità delle sue componenti di base (carta e film plastico). Si tratta di un prodotto che consente di confezionare velocemente i formaggi, evitando l’utilizzo dei vassoi in polistirolo e pellicola, e che tutela la qualità dell’alimento durante e dopo l'acquisto effettuato dal consumatore finale.

7. Brazzale Gran Moravia Industria casearia
Presenta Roberto Brazzale, presidente
Venerdì 21 giugno, ore 20.00 – Sezione Tastechangers
Brazzale ha realizzato un moderno impianto di taglio, grattugia e confezionamento. Gran Moravia è il primo formaggio al mondo a calcolare la sua impronta idrica: la sua water footprint è di soli 2.067 lt/kg di prodotto, meno della metà dell’impronta idrica dei formaggi generici. Un risultato ottenuto grazie alle felici condizioni climatiche della Moravia e al risparmio idrico realizzato nella filiera ecosostenibile.

8. Bisol Azienda vinicola
Presenta Gianluca Bisol, direttore
Venerdì 21 giugno, ore 20.20 – Sezione Tastechangers
L’azienda BIsol investe nel recupero dei vigneti storici e nelle tecnologie di vinificazione che possano rendere il più diretto possibile il naturale passaggio dal territorio al vino mantenendo così una tradizione all’avanguardia. I vigneti dell'Azienda Agricola Bisol hanno un’estensione di 177 ettari e sono dislocati su 35 poderi immersi tra le ripide colline che da Valdobbiadene vanno verso Conegliano, le aree più vocate della Denominazione. Si tratta inoltre di realtà produttive in cui le varie fasi della filiera (viticola, vinicola, e spumantistica) sono spesso svolte da differenti aziende.

9. Hasta La Pizza Food
Presenta Gerardo Acampora, fondatore
Venerdì 21 giugno, ore 20.40 – Sezione Tastechangers
Hasta la Pizza è uno snack facile da cucinare e comodo da mangiare: una pizza sullo stecco, nutriente e appetitosa, che rivoluziona il modo di concepire questa pietanza: non più semplice trancio, ma una pizza a forma di gelato. Disponibile in pratiche confezioni singole da 60 grammi, Hasta la Pizza è uno snack “da passeggio” salutare, in quanto contiene dal 10 al 16% di proteine e solo dal 7 al 10% di grassi, per un totale di circa 155 kcal.

10. La Matassina Edilizia
Presenta Giuseppe De Rossi, presidente
Sabato 22 giugno, ore 13.30
Il prodotto consiste in un fermaglio per il collegamento di barre di rinforzo per calcestruzzo e attrezzatura per collegare tra loro elementi a sviluppo prevalentemente longitudinale, per esempio barre o tubi. Il sistema permette di sostituire le note legature che vengono realizzate avvolgendo manualmente il filo ferro ricotto nei punti di i
ncrocio. Con lo stesso morsetto di un’unica misura è possibile collegare tra loro barre di diametri differenti. In questo modo, utilizzando una ristretta gamma di misure di morsetti è possibile collegare tra loro tutte le barre reperibili sul mercato nei differenti diametri e variamento combinate tra loro.

11. Fondazione Bruno Kessler Monitoraggio infrastrutture
Presenta Mario Zen, research intelligence & technology transfer expert
Sabato 22 giugno, ore 13.50
Nato dal connubio di competenze tra la TNX, specializzata in produzione di apparecchi per diffrattometria a raggi-X, la Fondazione Bruno Kessler e la 2Effe Engineering, il progetto X-Bridge ha creato strumenti e metodologie per riuscire in modo non invasivo a monitorare il degrado delle macrostrutture in acciaio. L’obiettivo del progetto è di sviluppare una serie di strumenti di supporto alla progettazione, alla manutenzione, al recupero ed in generale alla messa in sicurezza delle macrostrutture. E’ stato così prodotto e brevettato uno strumento innovativo che, utilizzando la diffrazione dei raggi X, riesce a monitorare gli stati tensionali delle strutture in acciaio.

12. Dalla Gassa Ingegneria geotecnica
Presentano Gaetano Dalla Gassa, presidente, e Alberto Bisson, ricercatore
Sabato 22 giugno, ore 14.10
L’ancoraggio flottante SIRVE è una tecnica di dissipazione di energia per attrito che rallenta e stabilizza movimenti franosi lenti. Consiste nell’inserimento, all’interno del pendio, di singole barre di ancoraggio autoperforanti in acciaio. Sul versante è prevista la sola applicazione di una piastra in calcestruzzo (l’elemento flottante) collegato alla testa di ciascuna barra. Il verificarsi di spostamenti relativi tra terreno e ancoraggio permette al sistema di ottimizzare la dissipazione di energia all’interfaccia terreno-calcestruzzo, senza rottura dell’elemento.

13. In.nova Edilizia a secco
Presenta Antonio Morbin, presidente
Sabato 22 giugno, ore 14.30
Il sistema IN.NOVA utilizza una struttura portante in acciaio con laterizio montato a secco e precompresso per conferire efficienza termica ed un elevato grado di sicurezza antintrusione. L’intelaiatura è ottenuta accoppiando una pluralità di montanti e di traversi in modo da definire la struttura portante della costruzione architettonica. Ad uno o più pannelli prefabbricati stabilmente associati all’intelaiatura comprende una pluralità di elementi in laterizio. Il sistema costruttivo IN.NOVA rispetta l’ambiente: utilizza materiali riciclati ed è riciclabile e riutilizzabile al 90%.

14. Krono System Materiali sintetici
Presenta Silvio Montagener, capo ufficio tecnico commerciale
Sabato 22 giugno, ore 16.30
Da un’approfondita ricerca durata diversi anni, nel laboratorio Krono System nasce Acryl+, prodotto super lucido e atossico per i mobili del terzo millennio. Acryl+ è un materiale plastico ecocompatibile lucido gloss 100, di alta qualità in termini di planarità, resistente alla luce, al graffio e ripristinabile, tanto che è proposto come seria e definitiva alternativa al lucido spazzolato. Il prodotto trova applicazione nei più svariati ambienti come cucine, bagni, camere da letto, zona living o porte da casa.

15. Selco Energy Energia
Presenta Diego Ciscato, responsabile commerciale
Sabato 22 giugno, ore 16.50
Tecnologie e soluzioni innovative nell’applicazione degli inverter: vengono sviluppate e realizzate tecnologie che trasformano l’energia resa disponibile dalla natura, la luce, il vento, le maree, in energia elettrica “verde” disponibile nelle nostre case. Precorrendo in molti casi le evoluzioni tecnologiche future. La struttura produttiva di Selco è costituita da due moderni ed estesi edifici industriali, situati entrambi in provincia di Padova, ognuno specializzato su determinate linee produttive.

16. Seko Impianto di biogas
Presenta Riccardo Scalabrin, responsabile progettazione e sviluppo
Sabato 22 giugno, ore 17.10
Un sistema di pretrattamento meccanico-biologico delle biomasse destinate all’alimentazione degli impianti a biogas. Il sistema aumenta la superfice di attacco batterico delle biomasse favorendo così il miglioramento delle loro attività degradative attraverso il processo di co-fermentazione per incrementare la produzione di biogas.

17. Molino Quaglia Industria agroalimentare/molitoria
Presentano Lucio Quaglia, amministratore delegato, e Lucio Antonello, partner Cortellazzo&Soatto
Sabato 22 giugno, ore 17.30
Un processo di ricerca e sviluppo con lo scopo di “qualificare” il prodotto base (farina) tramite l’utilizzo di materie prime allora poco utilizzate (quali altri cereali diversi dal grano e legumi) e di individuare nuovi processi produttivi che potessero esaltare le qualità delle nuove materie prime utilizzabili: è stato costituito un team congiunto fra i tecnici del laboratorio di analisi di Molino Quaglia e i tecnici dello storico fornitore di impianti e macchinari (Buhler) al fine di mettere a punto un processo produttivo che permettesse la produzione dei nuovi prodotti. Nel corso del primo trimestre 2013 si è quindi creata la rete d’impresa “PetraViva” che aggrega diversi soggetti che parteciperanno alla fase di commercializzazione dei nuovi prodotti. La rete creata è stata quindi aperta alla partecipazione anche di nuove imprese. La produzione dei nuovi prodotti è quindi partita nel giugno 2013, dopo oltre 3 anni di lavoro.

18. RF Systems Trattamenti termici/Agroindustria
Presenta Alessandro Grando, responsabile commerciale
Sabato 22 giugno, ore 19.30
Con la tecnologia EfficentSynergic, che unisce perfettamente aria calda e radio frequenza, viene fornita la tecnologia più pulita del settore con rendimento fino al 95%. L’impianto ed il metodo di invenzione in questione sono orientati al trattamento termico di prodotti alimentari di diverso genere quale il trattamento di pastorizzazione. I prodotti da trattare termicamente seguono un preciso percorso all’interno di un tunnel. All’interno del tunnel vengono posti degli elettrodi che, collegati ad un generatore di radiofrequenza creano un campo di radiofrequenza. Il campo di radiofrequenza, combinato con l’aria calda immessa all’interno del tunnel trasferisce il calore al prodotto.

19. Loison Artigianato/Pasticceria
Presenta Dario Loison, presidente
Sabato 22 giugno, ore 19.50 – Sezione Tastechangers
La qualità della lavorazione consiste nel rispetto dei lenti e lunghi tempi: 72 ore di paziente attesa, oggi come un tempo. La qualità e i sapori sono tutelati proprio da un processo non forzato, rispettoso quindi delle qualità organolettiche esclusive. La peculiarità dei prodotti realizzati è caratterizzata dalla ricerca di ingredienti d'eccellenza e nella messa a punto di ricette e procedimenti in costante divenire, come s'addice a un'azienda di spirito artigiano.

20. Jolly Sgambaro Industria agroalimentare
Presenta Pierantonio Sgambaro, presidente
Sabato 22 giugno, ore 20.10 – Sezione Tastechangers
La scelta di impiegare solo materia prima etichettata “made in Italy” attraverso contratti direttamente siglati con gli agricoltori fa ora la differenza nella mercato globalizzato. Un prodotto nazionale al cento per cento e sicuro perchè “fabbricato” nello stabilimento orientato alla green economy alimentato da energia da fonti rinnovabili dove trovano lavoro circa 50 dipendenti. Jolly Sgambaro è leader assoluto della pasta a chilometro zero (il 90% dei chicchi è coltivato in 5mila ettari della Pianura Padana).

21. Pieriboni Consulting Design/Vino
Presenta Antonio Pieriboni, presidente
Sabato 22 giugno, ore 20.30
Il prodotto consiste in un aeratore per vino con funzione di salvagoccia. La linguetta che permette l'areazione è agganciata all'interno del dischetto. In questo modo è stata preservata anche la funzionalità del salvagoccia: senza tagli non c'è timore di perdere una sola goccia del vostro vino. Sul retro del dischetto è agganciata una linguetta incisa orizzontalmente a formare tante lamelle, che rimangono attaccate sui 2 lati opposti in modo alternato. Una volta arrotolato, queste piccole lamelle si incrociano in un intreccio che area il vino mentre viene versato.

22. Tryeco Prototipazione 3D
Presenta Matteo Fabbri, socio Tryeco
Sabato 22 giugno, ore 20.50 – Sezione Makers
Tyreco 2.0 nasce per il migliorare e ampliare i servizio offerti tra i quali, principalmente, l’assistenza ai progettisti in un percorso che parte da modelli bidimensionali CAD sino a giungere ai processi di stampa solida per modelli architettonici in scala e la realizzazione di copie scultoree per allestimenti museali. Specializzata nell’acquisizione di dati sia a scala architettonica che di dettaglio scultoreo, le potenzialità aziendali consistono nella realizzazione di prototipi a colori attraverso il prestigioso sistema di stampa 3D a colori ZCorp , di video e animazioni in computergrafica e produzione di mini-serie di gadget altamente personalizzati.

23. Milkyway Biketrail/E-commerce
Presenta Jacopo Vigna, amministratore delegato e fondatore
Sabato 22 giugno, ore 21.10 – Sezione Makers
Dal processo al prodotto: MilkyWay punta all’innovazione del prodotto e dell’approccio gestionale. La produzione di materiale specifico per biketrial rigorosamente made in Italy è affiancata da un e-commerce italiano dedicato interamente al biketrial, il primo al mondo dotato di un social network integrato. Grazie ad una profonda integrazione con Facebook, il sito può contare fin dal primo giorno su attività circa 1000 potenziali clienti targettizzati.

24. Atelier del legno Rivestimenti e packaging
Presenta Stefano Stecca, socio titolare
Sabato 22 giugno, ore 21.30 – Sezione Makers
Gli sfridi di lavorazione del tranciato di legno vengono recuperati, creando un nuovo semilavorato in fogli o lastre di spessori variabili tra 0,8mm e 100 mm caratterizzati dalla superficie in legno su supporto cellulosico e adatti a operazioni di stampa (inkjet, laser, serigrafica) taglio, giuntatura, tranciatura, fustellatura, piegatura, pirografia, timbratura, traforatura, goffratura/sbalzatura, taglio laser, incisione laser. Il nuovo materiale si presta, se lavorato con apposite fustelle, ad essere piegato con angoli fino a 180 ° e raggi inferiori ad 1 mm.

25. Progold Oreficeria
Presenta Alessandro Loggi, presidente
Sabato 22 giugno, ore 21.50 – Sezione Makers
La tecnologia SLM consiste nella deposizione di un sottile strato di polvere su un piano di lavoro; tale strato viene fuso da un laser che segue le specifiche coordinate derivanti dal modello che si desidera produrre. Tale operazione si ripete sequenzialmente per un numero di volte pari al numero di strati in cui è stato diviso il modello 3D disegnato al computer. Tale tecnologia abbatte i limiti di quantità poiché consente di mettere in produzione un unico esemplare andando così incontro alle esigenze di un mercato sempre più esigente. I gioielli risultano essere più leggeri rispetto a quelli prodotti con le comuni tecniche orafe.

26. ICompro Commercio elettronico
Presenta Stefania Milo, fondatore
Sabato 22 giugno, ore 22.10 – Sezione Makers
Alle aziende pronte al commercio elettronico viene data l’opportunità di avviare un’attività di e-commerce e per quelle che non riescono a sfruttare il mercato on-line verrà garantita una vetrina virtuale con la quale comunicare i propri prodotti. Lo scopo non è promuovere il singolo prodotto ma un territorio, quello di Cremona, nel suo insieme attraverso il distretto che ne diventa il fulcro attorno al quale costruire una promozione ad hoc per comunicare un brand collettivo. La fase di start è gratuita così come tutti i servizi di web marketing assicurati per tutto il 2013.

Nessun commento: