mercoledì 6 febbraio 2013

SCIENZA E PSEUDOSCIENZA A SCUOLA: INCONTRO NAZIONALE A ORVIETO

Ma... il 21 dicembre scorso non doveva finire il mondo? 

Duomo di Orvieto
Il Duomo di Orvieto
"LA SCIENZA ... ancora ... NEGATA" è la giornata di riflessione sui problemi aperti nel rapporto tra scienza e società organizzata dal  Liceo Majorana di Orvieto, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali e con la Società Italiana di Biologia Evoluzionistica, che il 16 febbraio prossimo organizzano un’importante giornata di discussione e di sensibilizzazione sul tema dell’insegnamento delle scienze a scuola, anche alla luce delle derive antiscientifiche e pseudoscientifiche più recenti.

L’auspicio è che sia solo la prima di una serie di iniziative di dibattito pubblico sul ruolo della scienza nella scuola italiana. 

Tra i relatori: Silvia Bencivelli, Carlo Bernardini, Marco Ferraguti, Elena Gagliasso, Pietro Greco, Luca Landò, Telmo Pievani, Carlo Alberto Redi.

Di seguito il programma dettagliato



l liceo Majorana ha scelto da tempo un approccio alla cultura scientifica e tecnologica, attento agli aspetti epistemologici e mai disgiunto dalle problematiche della società, come asse formativo fondamentale e come tema di dibattito nel proprio territorio di riferimento. Ne è testimonianza il numero e la qualità dei seminari e dei convegni che hanno portato presso il Liceo illustri rappresentanti del mondo accademico, della ricerca, dell'industria, dell'informazione. Quest’anno abbiamo voluto dedicare un’intera giornata a una riflessione sui problemi aperti nel rapporto tra scienza e società, come un evento pubblico che parta dalle scuole. Al nostro invito hanno risposto con entusiasmo e generosità ospiti di eccezione.

La giornata si articola in due sessioni; la mattina come incontro rivolto a una selezione di studenti interessati e di eccellenza delle scuole di Orvieto, della Provincia di Terni, di Perugia, con i relativi docenti accompagnatori: 2013... ma non doveva finire il mondo? - Scienza e pseudoscienza; insegnare la scienza oggi nella scuola pubblica, in competizione con derive antiscientifiche sempre più potenti e pervasive e con seduzioni pseudoscientifiche sparse per ogni dove, significa attrezzare i futuri cittadini per separare il grano dal loglio. Il pomeriggio come incontro rivolto a un pubblico più vario, aperto alle associazioni, alla politica, alla società: La scienza negata - L'assenza di un ruolo per la scienza da ormai molti decenni sta spingendo la società italiana verso un baratro. Quali le possibili cause, le certe conseguenze, le necessarie strategie di uscita dallo stallo.

Fonte: Pikaia.eu

Nessun commento: