domenica 17 febbraio 2013

SULLA POSSIBILE CORRELAZIONE TRA L'ASTEROIDE 2012 AD 14 E IL METEORITE DI CHELYABINSK

In un articolo pubblicato ieri, ho fatto chiaro riferimento ad una possibile correlazione tra l'evento di Chelyabinsk, il meteorite di Cuba ed il transito dell'asteroide 2012 AD 14. Non ci è sfuggito il fatto che Gravità Zero è per questo una voce fuori dal coro. Ci tengo a far comprendere bene su quali basi questa affermazione è stata fatta. Osserviamo innanzitutto che non è possibile escludere la correlazione a priori, in quanto si è potuta osservare con accurata precisione solo la traiettoria dell'asteroide 2012 AD 14, e non quelle degli altri attori di questa vicenda. Prendiamo per semplicità in considerazione solo il meteorite  russo e l'asteroide in transito tralasciando il meteorite di Cuba.

La NASA dice:
"The meteor entered the atmosphere at about 40,000 mph (18 kilometers per second). The impact time was 7:20:26 p.m. PST, or 10:20:26 p.m. EST on Feb. 14 (3:20:26 UTC on Feb. 15) ...".
In tempo universale (UTC o GMT) l'impatto è avvenuto alle 3:20:26 cioè alle 9:20:26 ora locale di Chelyabinsk. 
Se osserviamo l'immagine qui sotto, scattata pochi istanti dopo l'ingresso in atmosfera del meteorite, si vede che a sinistra sta iniziando l'aurora. Il rosso è più intenso a sinistra, quindi il meteorite data la traccia (prolungamento a sinistra) sembra entrare in atmosfera da ESE e si muove verso NNO. La fotografia è stata ripresa alle 9:26:30 del mattino ora locale. La differenza di 6 minuti è da ritenere un errore dell'orologio della camera.


Ovviamente per un evento simile avvenuto a relativamente poca distanza dagli osservatori, possono esistere molteplici punti di vista, dipende dove si trova l'osservatore. Qui sotto si vede il meteorite arrivare da sinistra ed esplodere (non è il Sole che sorge); poi si vede il meteorite arrivare da desta (e qui si vede bene l'esplosione). Gli osservatori sono posti su lati opposti di un piano ideale su cui è proiettata la traiettoria ma senza ulteriori immagini è difficile ricostruire la traccia.

                                                               Traiettoria vista da Nord
Traiettoria vista da Sud

In entrambi i casi osservando la fotografia si ha la sensazione che la traiettoria non sia perfettamente allineata su una direttrice est-ovest, infatti se osserviamo il videoclip qui sotto notiamo che la direzione di arrivo rispetto al sorgere del Sole e alla direzione dell'auto sembra essere confermata essere ESE. 


Vero è che la NASA fa sapere che:

"According to NASA scientists, the trajectory of the Russia meteor was significantly different than the trajectory of the asteroid 2012 DA14, making it a completely unrelated object. Information is still being collected about the Russia meteor and analysis is preliminary at this point. In videos of the meteor, it is seen to pass from left to right in front of the rising sun, which means it was traveling from north to south. Asteroid DA14's trajectory is in the opposite direction, from south to north."

Dalle immagini del video si vede bene che il bagliore che si vede all'orizzonte è l'esplosione del meteorite e non il sole che sorge. Quindi il sole sorge comunque sempre a est ed è ben visibile che il passaggio è avvenuto all'incirca da est verso ovest ma anche fosse angolato un po' più da nord verso sud, non c'è assoluta incompatibilità con la traiettoria dell'asteroide 2012 AD 14 che, stando ai dati forniti dalla NASA ha avuto una traiettoria da sud verso nord. Considerando che le traiettorie sono rappresentate in proiezione, è sufficiente che i due frammenti di asteroide provenienti da una stessa origine, siano transitati da parti opposte della Terra per permettere al campo terrestre di catturare il più piccolo, quello meno veloce e con minore inerzia. Si osservi la ricostruzione fatta a partire dai dati forniti dalla NASA in relazione al passaggio dell'asteroide 2012AD14. 


Qui sopra abbiamo ipotizzato un arrivo dei frammenti da una stessa direzione nello spazio ma con traiettorie differenti. Si nota in rosso la traiettoria ipotizzata per il meteorite di Chelyabinsk. Con opportune variazioni è compatibile sia con una direzione di arrivo finale da ENE che da ESE.



Nella figura qui sopra è riportata una ricostruzione fornita dalla NASA della traiettoria dell'asteroide 2012 AD 14 vista in proiezione sul piano dell'eclittica. Occorre fare attenzione all'orientamento in base al Sole, in questo caso ovest è verso il basso e est verso l'alto. Dall'intervallo dei tempi e degli spazi percorsi in proiezione dall'asteroide, si nota che l'inclinazione della traiettoria sud - nord è veramente minima, quindi la compatibilità delle traiettorie fra i due eventi non può essere assolutamente esclusa



1 commento:

Anonimo ha detto...

Grazie mille per la delucidazione sulle traiettorie.
Da provetto simulatore di ellittiche (consiglio a tutti http://kerbalspaceprogram.com/) mi sembrava plausibile ma da verificare.