mercoledì 20 febbraio 2013

L'ANNUARIO SCIENZA E SOCIETÀ 2013 A TORINO

Nona edizione per l'ormai celebre pubblicazione  "Annuario Scienza e Società" di Observa Science in Society (Edizioni Il Mulino), curato quest'anno da Federico Neresini ed Andrea Lorenzet

Il volume sarà presentato pubblicamente martedì 5 marzo alle 17, presso la sede della Human Genetics Foundation (HuGeF), in via Nizza 52 a Torino

Pubblicato con il sostegno della Compagnia di San Paolo, l'Annuario Scienza e Società costituisce un’importante risorsa per chi si occupa di ricerca scientifica e innovazione tecnologica

Come ogni anno, l'edizione 2013 mette infatti a disposizione in forma dettagliata e accessibile una raccolta ragionata di dati provenienti dalla più accreditate fonti nazionali e internazionali riguardanti il rapporto tra scienza, tecnologia e società

Nei quattro saggi contenuti nella prima parte del volume vengono esplorate le ultime tendenze nella percezione pubblica della scienza, le rappresentazioni offerte dai media di settori di ricerca emergenti (come per esempio le nanotecnologie, la biologia sintetica, la proteomica e le neuroscienze), il ruolo della scienza nei serial televisivi e l’immagine della ricerca scientifica nel dibattito pubblico sulla crisi economica. 

La seconda parte raccoglie le informazioni più autorevoli riguardanti lo stato e le trasformazioni della scienza e della tecnologia nella nostra società: risorse umane e investimenti destinati alla ricerca e all'innovazione, brevetti e utilizzo di nuove tecnologie, orientamenti pubblici verso la scienza, una cronologia dei principali eventi che hanno segnato i rapporti tra scienza e società nel corso del 2013 e i volumi pubblicati sul tema durante l'anno. 

L'incontro di presentazione, introdotto e presieduto da Aldo Fasolo (Università di Torino e Accademia delle Scienze di Torino), sarà animato dagli interventi di Alberto Piazza (Università di Torino e HuGeF), Leopoldo Benacchio (Istituto Nazionale di Astrofisica), Federico Neresini (Università di Padova e Observa Science in Society) e Andrea Lorenzet (Università di Padova e Observa Science in Society).

Nessun commento: