lunedì 21 gennaio 2013

IL FISICO GIOVANNI JONA-LASINIO VINCE LA MEDAGLIA BOLTZMANN

Giovanni Jona-Lasinio
fotografato da Prolineserve
Il fisico italiano Giovanni Jona-Lasinio, associato INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), è stato insignito della medaglia Boltzmann

Si tratta del  massimo riconoscimento nel campo della meccanica statistica, un premio che viene assegnato ogni tre anni dalla Commission on Statistical Physics of the International Union of Pure and Applied Physics (Commissione di fisica statistica dell'Unione internazionale di fisica pura ed applicata).

La medaglia è stata istituita nel 1975, e premia per la terza volta un italiano dopo Giorgio Parisi e Giovanni Gallavotti

Come Parisi e Gallavotti, anche Jona-Lasinio è un docente dell'Università di Roma La Sapienza.

L'assegnazione del premio è motivata dai "fecondi contributi alla meccanica statistica" e in particolare per "lo studio dei fenomeni critici nella teoria dei campi" e nella "meccanica statistica del non equilibrio".

Il vicepresidente dell'INFN, Antonio Masiero, ricorda anche il famoso "lavoro di Nambu-Jona Lasinio, che è stato un passaggio-chiave per la comprensione del meccanismo di rottura spontanea di una simmetria continua, quello che poi ha portato al meccanismo di Higgs nel caso di simmetrie continue locali (di gauge). In questo senso, guardando alla motivazione del premio Nobel dato a Nambu, si puo' dire che anche Jona-Lasinio avrebbe meritato il riconoscimento".

Nessun commento: