mercoledì 5 dicembre 2012

RISCHI E PERICOLI DEL WEB - SEMINARIO A MONCUCCO TORINESE VENERDÌ 14 DICEMBRE 2012

SE DESIDERATE ORGANIZZARE UN SEMINARIO SULLA PREVENZIONE DEI PERICOLI DEL WEB NEL VOSTRO COMUNE SCRIVETE A redazione@gravita-zero.org
_._

venerdì 14 dicembre 2012 ore 20,30 al Castello di Moncucco Torinese (AT) si è svolto il  SEMINARIO A INGRESSO GRATUITO  con LIBRO EBOOK IN OMAGGIO "Usare internet in Sicurezza" 

- Quali sono i pericoli di Internet, e come possiamo evitarli?
- Come tutelare i figli minorenni?
- Come difenderci da malintenzionati?
- A chi chiedere aiuto?
- Ricerca del lavoro e Web Reputation: gli errori da evitare su web prima di affrontare un colloquio di lavoro.



Navigare su Internet può essere utile e divertente, ma senza controllo può diventare fonte di minacce e pericoli. Ormai un crimine su cinque viene commesso in Rete.

E' per questo che venerdì 14 dicembre 2012 sotto il patrocinio dell'Associazione Levi-Montalcini e del Comune di Moncucco Torinese e forti della esperienza dei giornalisti scientifici di Gravità Zero è organizzato il seminario "Rischi e pericoli del Web" che cercherà di fare luce su quanto il mondo sia cambiato da quando "telefonavamo con il gettone" e da quando "le lettere si spedivano su carta". Sembra un secolo eppure sono passati solo 20 anni.  

RISCHI E PERICOLI DEL WEB
Venerdì 14 dicembre 2012 - ore 20,30 

Relatori:
Claudio Pasqua, giornalista, docente di informatica giuridica e comunicazione con i nuovi media 
Luigina Pugno, psicologa e psicoterapeuta

con il patrocinio del Comune di Moncucco Torinese e dell'Assocazione Levi-Montalcini  

In omaggio a tutti i partecipanti un utile ebook sull'uso di Internet per la sicurezza e un assaggio di prelibatezze di cioccolato del nostro sponsor Oxicoa 

per informazioni:  
Ufficio Stampa Associazione Levi-Montalcini 

Si ringraziano  gli sponsor Oxicoa Cioccolato per i dolci assaggi durante i due incontri e la web agency  ChieriWeb per la gestione tecnica del collegamento in sala

Con questo seminario non si intende assolutamente demonizzare Internet, sia bene inteso,  che è e rimane una grande risorsa e opportunità per i nostri ragazzi, che invece dovrebbero essere incoraggiati a usare i social network e gli strumenti web, per non diventare,  quando saranno grandi, analfabeti digitali. Oggi il lavoro si trova grazie anche a Internet. 

Ma proviamo a pensare: nessuno di noi fornirebbe i propri dati sensibili (codice fiscale, indirizzo di casa e giorni in cui siamo assenti per vacanza, foto dei propri figli, ecc) a delle persone che non conosciamo.

Eppure è quanto accade ogni giorno su social network come Facebook o Foursquare!  Se usiamo internet ci comportiamo in maniera molto più libera e ingenua di quanto non faremmo nella vita reale. 

Sul web ci si dimentica di quelle norme di sicurezza di base che sono la norma nella vita reale. Una manna per ladri e malintenzionati! 

Non è internet il problema, ma il nostro comportamento, spesso inconsapevole e ingenuo, che apre le porte a minacce molto più reali di quanto si creda, come il furto di identità o web. reputation.  Come dimostra questo stupendo spot belga che gioca sull'ingenuità della gente....


Per far sì che queste vittime siano in continua diminuzione, la tecnologia ha ideato dei software capaci di controllare quanto sta accadendo sulla rete Internet, assicurando ai bambini e adolescenti, protezione e insegnamento sulle regole da attuare per una navigazione sicura, fornendo lo stesso livello di cura genitoriale; in questo modo la famiglia, anche se non è esperta di navigazione, può sapere, nel giro di pochi minuti, con semplici procedure e in qualsiasi luogo, cosa stanno facendo i propri figli, quali siti stanno visitando, con chi si scambiano i messaggi.

L'incontro è utile proprio per far conoscere strumenti e metodi alle famiglie che intendano salvaguardare l'integrità dei propri ragazzi. Ma è utile anche ai più giovani, che in questo modo diventeranno molto più consapevoli dei rischi che possono incontrare e si regoleranno di conseguenza. 

Un esempio? Norton Online Family, un software che permette un controllo parentale completo sulle attività web che vengono svolte, compreso il blocco dei messaggi inviati, ma non solo, perché permette di avere una panoramica di tutti i siti web che vengono visitati compreso i social networking e quali informazioni vengono
fornite; inoltre i genitori possono impostare dei limiti temporali all’uso di Internet e l’invio automatico di avvisi e-mail su particolari attività e report settimanali o mensili di tutto.
In ogni caso bisogna ricordare che non basta aver istallato sul proprio computer un software per ritenersi al sicuro: è sempre auspicabile che ci sia sempre un adulto in  presenza di un bambino.

O, nel caso si sia in presenza di un adolescente, è importante che ci sia dialogo tra genitore e figlio: i genitori hanno infatti il diritto di sapere chi il proprio figlio frequenta, ma è importante che ci sia fiducia e che questi software siano utilizzati in maniera etica e trasparente, dialogando con i ragazzi sull'opportunità di un controllo. 


Nessun commento: