mercoledì 10 ottobre 2012

SCIENZARTAMBIENTE PRESENTA LA XVI EDIZIONE

Venerdì 12 ottobre in conferenza stampa si presenterà l'edizione 2012 di Scienzartambiente - per un mondo di pace, primo festival nella regione Friuli Venezia Giulia a essere dedicato alla divulgazione e comunicazione scientifica. La sua XVI edizione è al via, dal 17 al 21 ottobre 2012 a Pordenone, con il titolo Finestre sul futuro, raccontando in modo accessibile a tutti scienza e innovazione.

Nei 5 giorni di festival si alterneranno, dal mattino a sera, al convento di San Francesco e in altri luoghi della città 39 incontri e laboratori dedicati a bambini, giovani e adulti, più due mostre aperte a tutti.
ll comitato scientifico (composto oltre che da Chiara Sartori da Fabio Carniello, Stefano Moriggi e Donato Ramani) ha elaborato un ricco programma. 

Una carrellata di ospiti prestigiosi provenienti dal mondo della ricerca e della scienza, della filosofia e dell’arte: Claudia Maraston, astrofisica; Nuccio Ordine, maggior esperto europeo di Giordano Bruno; la virologa Ilaria Capua; Paolo Ferri, ordinario di Tecnologie didattiche dei nuovi media; Yuri Bozzi, neuroscienziato del CIBIO di Trento; Renzo Rossellini, cineasta che parlerà in esclusiva del testamento spirituale del padre Roberto; Furio Honsell, matematico e storico dei numeri, e altri ancora.


Il programma completo è consultabile e scaricabile su www.comune.pordenone.it/scienzartambiente 


EVENTI PER ALUNNI, STUDENTI...E INSEGNANTI
Particolare attenzione sarà riservata agli studenti dalle elementari sino all'università. Laboratori, spettacoli interattivi di teatro scientifico, seminari su temi scottanti di attualità scientifica e sociale, mostre, discussion game, incontri a tu per tu con scienziati e filosofi, workshop per studenti, insegnanti e genitori sulla scuola 2.0, libri, letture animate e qualche sorpresa”. Tutte le attività e tutti gli incontri sono gratuiti, la prenotazione è obbligatoria e la segreteria sarà aperta a partire dal 1° ottobre contattando lo 040 224424 da lunedì a venerdì, ore 9.00 >13.00 e 14.00 >17.00. 
Dai laboratori manuali per i più piccoli condotti da Silvia Pignat a quelli per studenti con Daniele Grassucci e Skuola.net sulle potenzialità della rete tra i banchi, dagli Hot-spot e gli incontri curati da Sissa su, per esempio, energia nucleare, petrolio, cervello e cellule staminali (Con Nico Pitrelli, Donato Ramani, Giampiero Leanza, Antonello Mallamaci, Giancarlo Sturloni e Stefano Canali) sino agli incontri per docenti e genitori come quello dedicato alla scuola 2.0 con Paolo Ferri e Stefano Moriggi il 17 ottobre.
E poi le storie di stelle e Galassie con l'astrofisica Claudia Maraston, il mondo dell’Energia con Andrea Mameli e Gianluca Carta, la chimica che diventa familiare grazie a Silvia Caruso e Nicole Ticchi di Chimicare e al Chem show con Claudio Tavagnacco e il Gruppo Alchymia, il viaggio in Colombia di Silvia Di Natale, i laboratori di Teatro Scienza del Museo della scienza di Trento con Massimiliano Tardio e Stefania Tarter e libreria Baobab (speciali lettori per i bimbi gli studenti del liceo Leo-Major): tanti sono gli appuntamenti da non perdere, senza dimenticare il 20 ottobre Yuri Bozzi (Università del Trentino) e il suo “Cervello da Olimpiadi”, viaggio speciale all'interno della nostra testa.

UNA PAGINA CHE CAMBIA LA VITA
Ogni sera del festival, alle 21 nel Convento di san Francesco, quattro intellettuali saranno i protagonisti del ciclo di incontri serali “Una pagina che cambia la vita”: Stefano Moriggi (storico e filosofo della scienza nonché autore televisivo del programma “E se domani” su RaiTre) introdurrà gli ospiti chiamati a leggere la pagina che più ha inciso nella loro formazione, testi d’autore che “apriranno finestre sul futuro”, in sintonia con il tema scelto quest'anno per il festival. Sul palco il 17 ottobre Paolo Ferri, svelerà l’intrinseco rapporto tra democrazia ed educazione nel pensiero del filosofo americano John Dewey; il 18 Laura Boella guiderà il pubblico tra le pagine di Hannah Arendt “L’umanità in tempi bui”; il 19 Nuccio Ordine si soffermerà sull’ardita tolleranza di Giovanni Boccaccio e, infine, il 20 ottobre Renzo Rossellini, attraverso una lettera inedita del padre Roberto, leggerà il testamento culturale di un grande regista convinto che solo “imparando a leggere” si potrà aprire una finestra sul futuro.

INCONTRI PER I CITTADINI CURIOSI
Scienzatambiente è un festival aperto a tutti coloro che vogliono capire, imparare, elaborare, confrontarsi. Dunque nel programma anche appuntamenti aperti a tutte le età con alcuni dei più interessanti "ricercatori" del nostro tempo, intitolati “Finestre su...” e “Visioni future”. Claudia Maraston, astrofisica pordenonese dell'Università di Portsmouth condurrà il pubblico nello Spazio nell’incontro aperto a tutti “La Materia oscura: cosa è? Perché è così evidente?” il 18 ottobre alle 18.00. Un approfondimento dove si parlerà anche delle ultime straordinarie scoperte al Cern di Ginevra sul Bosone di Higgs, la cosiddetta “particella di Dio”. Ilaria Capua (Istituto Zooprofilattico sperimentale delle Venezie), che ha reso pubbliche sul web le sue scoperte scientifiche, insignita di numerosi riconoscimenti e premi per il coraggio della trasparenza nella comunicazione, tanto che  due registe le hanno dedicato un docu/film: incontro e proiezione il 19 ottobre sempre ale 18.00. Yuri Bozzi dell'Università di Trento il 20 ottobre aprirà una finestra sul Cervello plastico, come questo organo tanto studiato e tanto ancora ignoto si modella e viene modellato dagli stimoli.
Lo scienziato Rodolfo Costa (Università di Padova) e i suoi orologi della vita partecipa a Finestre sul futuro all'interno della rassegna "Affascinati dal cervello 5" organizzata da  Irse il 18 ottobre alle 15.00. 

INNOVAZIONE CONCRETA
Finestre sul futuro è un titolo che vuole stimolare a parlare i diretti protagonisti di visione futura e di innovazione concreta : Andrea Bravin, Giuliana Colussi, Federico Morello, Andrea Atzori, moderati da Fabio Carniello direttore del Science Centre mmaginario scientifico racconteranno il loro percorso di formazione, i loro impegni e passi perchè il futuro non sia una parola vuota il 20 ottobre nel convegno "C'è qualcosa che si muove, dialoghi sull'innovazione concreta".

HONSELL SI DIVERTE CON I NUMERI
Domenica 21 ottobre alle 18.30 presso pnboxstudios Furio Honsell, matematico nonché sindaco della vicina Udine, presenterà il libro, scritto a quattro mani con Giorgio Bagni “Curiosità e divertimenti con i numeri” della Aboca edizioni. I presenti non avranno scampo, coinvolti  e stimolati nel cercare risultati e soluzioni, a problemi posti tra aneddoti e segreti che si traducono in consigli per vivere meglio. Il tutto tra giochi di logica, indovinelli e letteratura popolare ispirati al manoscritto De viribus quantitis, opera divulgativa del matematico ed economista rinascimentale Luca Pacioli. 

MOSTRE
Due le mostre visitabili durante gli incontri del festival al convento di San Francesco. Big world big science è una colorata e spettacolare multivisione a cura del Science Centre dell'Immaginario scientifico, con immagine e musiche per un giro tra i luoghi del nostro pianeta incontrando la scienza. Stefano Canali di Sissa ha invece curato la mostra Passioni, il cervello raccontato attraverso le emozioni: un vero viaggio all'interno di noi stessi, speciali guide saranno giovani studenti appositamente preparati dal curatore.

UNA CENA SPECIALE
Il gran finale del festival sarà a tavola con Ideata: la cena preparata, che il 20 ottobre vedrà giovani chef cucinare e spiegare di fronte ai commensali i loro piatti al ristorante Pnbox studios (evento a pagamento, info e prenotazioni 0434 55178).

LE SEDI
Il festival si svolgerà nella tradizionale sede del convento di San Francesco, nella sede del Consorzio Universitario in Palazzo Badini e in altri splendidi luoghi della città. Finestre sul futuro si lega tematicamente  all’anno internazionale ONU, dedicato nel 2012 all’Energia sostenibile per tutti. Nel concept del festival le finestre sono le idee cariche della energia creativa e del necessario rigore, mai preconcetto, di chi ricerca in ogni ambito del pensiero e del vivere.

SCIENZARTAMBIENTE PER UN MONDO DI PACE È PROMOSSO DA:Comune di Pordenone Assessorato alla Cultura  Science Centre Immaginario Scientifico, con la collaborazione di Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati SISSA e LISNU-SISSA e con Associazione Culturale Chimicare, Università di Trieste, IRSE-Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia, Consorzio Universitario di Pordenone, Museo delle Scienze di Trento,  Associazione ASCISSA, Cinemazero, Baobab la libreria dei ragazzi, Quo Vadis? La libreria del viaggiatore, Libreria ”Al Segno”, Biblioteca Civica di Pordenone, Liceo Classico-Scientifico-Sociopsicopedagogico ”Leopardi Majorana”, Associazione Comunità educante Vendramini, ITIS ”JF Kennedy”, Associazione Spaesati/Bonawentura, Isia Roma Design. Con il supporto di Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Direzione Ufficio scolastico Regional. Con l'alto patrocinio di Onu Commissione nazionale italiana Unesco è inserito nel progetto nazionale Istruzioni per il futuro. Direzione scientifica: Chiara Sartori, Fabio Carniello, Stefano Moriggi, Donato Ramani. Direzione artistica e immagine: Immaginario Scientifico Organizzazione: Ufficio Cultura-Comune di Pordenone e Immaginario Scientifico.


Nessun commento: