venerdì 12 ottobre 2012

NOBEL PACE 2012 A UNIONE EUROPEA: DA 60 ANNI ISOLA DI DEMOCRAZIA

 www.nobelprize.org/nobel_prizes/peace/laureates/2012/
E' l'Unione Europea ad ottenere il Premio Nobel per la Pace 2012 .
Una decisione inaspettata, ma  motivata con il fatto di aver trasformato "un continente di guerra in un continente di pace" contribuendo per piu' di 60 anni "alla riconciliazione, alla democrazia e ai diritti umani" in Europa.

Il presidente Thorbjoern Jagland ha poi così commentato: «Oggi una guerra tra Germania e Francia sarebbe impensabile, ciò dimostra che con la reciproca fiducia nemici storici possono diventare partner. La Caduta del Muro ha reso possibile l'ingresso dei Paesi dell'Europa centrale e orientale... così come la riconciliazione nei Balcani e il possibile ingresso della Turchia rappresentano un passo verso la democrazia».

L'Ue ha battuto le candidature di 188 candidati e di altre 42 organizzazioni ed è il primo blocco regionale ad aggiudicarsi questo riconoscimento. Delle altre 20 organizzazioni che hanno questo riconoscimento, l'ultima a vincerlo da sola e non abbinata a una o più persone era stata Medici senza frontiere nel 1999.

Il presidente del Consiglio, Mario Monti, ha ricordato che "la formula stessa dell'integrazione per impedire la guerra e promuovere la pace inventata dall'Ue è oggetto di studio e ammirazione da molte parti del mondo". Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, ha sottolineato che l'euro che unifica l'Ue "e' piu' di una moneta e fa parte dell'idea originale di un'Unione di pace e di valori".


Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz si è detto «profondamente emozionato e onorato» per il premio. «L'Ue è un progetto unico che ha sostituito la guerra con la pace, l'odio con la solidarietà. I valori e i principi europei di riconciliazione possano servire da ispirazione alle altre regioni del mondo: dai Balcani al Caucaso, l'Ue serve come faro di democrazia e riconciliazione». 

1 commento:

Jaana ha detto...

Congratulations for all the Europeans!