domenica 30 settembre 2012

INNOVATION FESTIVAL BOLZANO-BOZEN 2012: UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI

innovation festival scienza bolzanoSuccesso senza precedenti all'Innovation Festival Bolzano-Bozen25.000 i partecipanti nelle giornate di 27, 28, 29 settembre 2012 che hanno reso Bolzano la capitale della ricerca. Il tema del festival è stato "Nuove energie", con un occhio all'eccellenza altoatesina e alla sfida dello sviluppo sostenibile. 

In 1500 hanno colto l’occasione offerta dal FamilyDay del Museo Archeologico dell’Alto Adige per scendere nella cella frigorifera di Ötzi. 


Il Nobel Rigoberta Menchú su www.innovationfestival.bz.it
Sabato sera alla Casa della Cultura “Waltherhaus” 1400 sono state  le persone che hanno assistito agli interventi di Jeremy Rifkin e del Premio Nobel per la Pace Rigoberta Menchú

E altri 150 hanno seguito la discussione “Rischio nello sviluppo del terzo mondo” all’Academy Cassa di Risparmio con Cuno Tarfusser, Vicepresidente della Corte penale internazionale dell’Aia




Anche se gli organizzatori del Festival hanno dovuto fare i conti con le disdette all’ultimo minuto del Ministro dell’Ambiente Clini e dell’ex Presidente di Confindustria Emma Marcegaglia le persone hanno affollato tutte le 14 location del Festival.

La serata dedicata alla "Lunga notte della ricerca" ha potuto registrare un grande afflusso di pubblico, oltre 13.000 i visitatori delle 118 stazioni interattive, sparse in 16 postazioni. 

Gli organizzatori – scienziati ed esperti di comunicazione dell’EURAC, della Libera Università di Bolzano e del TIS – lo hanno chiamato LUNA: un mix tra LUnga Notte della Ricerca Lange NAcht der Forschung. Come il nome, anche il programma un mix di attività diverse a cui gli organizzatori hanno lavorato da quasi un anno insieme ai partner.  [Qui la pagina Facebook]


La vera energia è nella testa

Senza ricerca non si va avanti. Curiosità, voglia di sapere e fantasia sono il motore della società – e le uniche risorse di cui possiamo disporre sempre, indipendentemente da tutte le crisi economiche. Dove sono i cervelloni di Bolzano? E a cosa lavorano? Per la terza volta – la prima nella cornice dell’Innovation Festival – piccoli e grandi appassionati di scienza possono intraprendere un nuovo viaggio alla scoperta delle ”officine della conoscenza” bolzanine. Per tutta la notte i visitatori possono sperimentare, osservare al microscopio, costruire, navigare e scoprire quali energie libera la scienza.

Il canale video EURACtv


Sperimentare il funzionamento di un sole artificiale, immedesimarsi nel gigante Gulliver e guardare dall’alto Bolzano in 3D, misurare la velocità dei dinosauri o ricostruire il viso di Ötzi: “Solo vivendo in prima persona la ricerca si percepisce il fascino che spigiona e si capisce quanto sia indispensabile per la nostra vita”, spiegano gli organizzatori e gli scienziati coinvolti.

Anche il sito internet e la pagina facebook confermano questo successo. Da metà agosto sono stati 25.000 gli utenti che hanno visitato il sito del Festival, mentre su facebook si sono raggiunti gli 850 fan

Per il Festival diversi punti di accesso a internet che rimarranno a disposizione degli utenti gratuitamente anche dopo il Festival.Nel pomeriggio di sabato è stato inoltre firmato un protocollo di intesa tra il Direttore del TIS Hubert Hofer, l’Assessore Roberto Bizzo e l’Amministratore Delegato di Enel Green Power Francesco Starace per la creazione di un punto Enel Green Powel al TIS.

Un evento che smentisce ancora una volta la visione che si ha della scienza come una realtà distante dal largo pubblico: quando alla gente gli si propongono cose che interessano la loro vita e il loro futuro la partecipazione è sempre superiore a ogni aspettativa.
Il pubblico  ha visitato officine e laboratori per vedere da vicino cosa significa fare ricerca in Provincia di Bolzano.


ONLINE I VIDEO DELL'EVENTO: www.innovationfestival.bz.it/it/news/it/media



Postato da Marco Grappeggia

Nessun commento: