giovedì 16 agosto 2012

RENZO ROSSELLINI A SCIENZARTAMBIENTE 2012

Il finora inedito "testamento umano e culturale” del regista Roberto Rossellini, grande intellettuale dell'Italia del Secondo dopoguerra e padre del Neorealismo, sarà letto per la prima volta a Pordenone nel corso della XVI edizione di Scienzartambiente - per un mondo di pace, unico festival nella regione Friuli Venezia Giulia dedicato alla divulgazione e comunicazione scientifica.

Come consuetudine, il festival ha scelto la settimana di Ferragosto per annunciare alcune anticipazioni del suo programma.

Dal 17 - 21 ottobre 2012 importanti intellettuali saranno i protagonisti del ciclo di incontri serali nel Convento di San Francesco per il ciclo d'incontri “Una pagina che cambia la vita”: Stefano Moriggi (storico e filosofo della scienza nonché autore televisivo del programma “E se domani” su RaiTre) introdurrà i grandi ospiti che con la lettura e la rilettura di testi d’autore che “apriranno le finestre sul futuro”, in sintonia con il tema scelto quest'anno per il festival.
Straordinaria sarà la serata in cui Renzo Rossellini leggerà per la prima volta al pubblico la lettera, finora inedita, scrittagli dal padre Roberto e contenente i segni della sua importante eredità culturale. “Svelerà – ha anticipato Moriggi, annunciando anche gli altri ospiti degli incontri nel testo che trovate qui sotto - attraverso una lettera del padre Roberto, il testamento culturale di un grande regista convinto che solo “imparando a leggere” si potrà aprire una finestra sul futuro”.

Il festival ha scelto quest'anno il titolo Finestre sul futuro, raccontando in modo accessibile a tutti scienza e innovazione.
Promosso da Comune di Pordenone e Science Centre Immaginario Scientifico gode della collaborazione di Istituti, Aziende ed Enti del territorio regionale. Tra le nuove collaborazioni il Museo delle Scienze di Trento, www.skuola.net e l’Associazione Culturale Chimicare. Non mancheranno i consueti appuntamenti dedicati ai più giovani, con i laboratori per i bimbi e i seminari per i ragazzi durante la giornata, e quelli per gli adulti, tantissime novità e le citate serate curate Moriggi.

Renzo Rossellini
Stefano Moriggi racconta le novità delle serate di “Una pagina che cambia la vita”:
Ma sopra tutte le invenzioni stupende - si chiedeva Galileo - quale eminenza di mente fu quella di colui che s’immaginò di trovar modo di comunicare i più reconditi pensieri a qualsivoglia altra persona, benché distante per lunghissimo intervallo di luogo e di tempo?”.
Così, nel Dialogo sopra i due massimi sistemi, il matematico pisano celebrava la potenza di uno strumento - la scrittura - che non poco ha contribuito a fare della conoscenza e dello spirito critico un bene pubblico, oltre che un valore civile. A patto però di saper davvero leggere e scrivere, ovvero di riuscire a destreggiarsi - per dirla ancora con Galileo - tra “i vari accozzamenti di venti caratteruzzi sopra una carta” - calandosi nelle pieghe di uno scritto e ingaggiando uno spregiudicato confronto con le idee del suo autore. Rinunciare a una lettura critica di un testo, significa condannarsi alla sudditanza di chi preferisce delegare ad altri il diritto e il dovere di riscrivere il mondo e la vicissitudine dei suoi significati.
Ed è proprio nella traccia di tale consapevolezza che, tra le numerose iniziative di Scienzartambiente – Finestre sul futuro 17-21 ottobre 2012 , tornano  gli incontri di “Una pagina che cambia la vita” ogni sera alle 21 in Convento di San Francesco a Pordenone.
Quest’anno sarà la volta di Paolo Ferri, che mostrerà l’intrinseco rapporto di democrazia ed educazione nel pensiero del filosofo americano John Dewey; di Laura Boella che racconterà l’“illuminismo problematico” di Hannah Arendt; di Nuccio Ordine che si soffermerà sull’ardita tolleranza di Giovanni Boccaccio e, infine, di Renzo Rossellini che svelerà, attraverso una lettera del padre Roberto, il testamento culturale di un grande regista convinto che solo “imparando a leggere” si potrà aprire una finestra sul futuro.

SCIENZARTAMBIENTE È PROMOSSO DA:Comune di Pordenone, Assessorato alla Cultura,
Science Centre Immaginario Scientifico.Con la collaborazione di Scuola Superiore di Studi Avanzati SISSA di Trieste e ILAS-SISSA, Università di Trieste e con: Consorzio Universitario di Pordenone, Associazione Culturale Chimicare, Biblioteca Civica di Pordenone, Museo delle Scienze di Trento, IRSE-Istituto Regionale di Studi Europei del Friuli Venezia Giulia, Associazione ASCISSA, Baobab la libreria dei ragazzi, Liceo Classico-Scientifico-Sociopsicopedagogico “Leopardi Majorana”, Associazione Comunità educante E. Vendramini, IF, ITIS “JF Kennedy”. Con il contributo di:ELECTROLUX ,COMIN S.r.l., Delle Vedove Adelchi s.n.c., BCC Banca di Credito Cooperativo Pordenonese. Media-partners: Pnbox.tv , Gravità Zero, The Daily Bit, Pordenonewithlove, NCS group. Con l’alto patrocinio di ONU-Commissione Nazionale Italiana UNESCO.È stato richiesto il patrocinio di: Ministero Istruzione, Ricerca, Università, Direzione Ufficio Scolastico Regionale.Direzione scientifica:Chiara Sartori, Fabio Carniello, Stefano Moriggi, Donato Ramani.Direzione artistica e immagine: Science Centre Immaginario Scientifico.Organizzazione: Ufficio Cultura-Comune di Pordenone e Science Centre Immaginario Scientifico.
Ufficio stampa: Silvia Caruso, Davide Francescutti, Clelia Del Ponte, Micol Ascoli Marchetti scienzartambiente.pn@gmail.com

Amministrazione: Patrizia Mauro, Annalisa Greco, Silvia Corelli, Daniela Busatto, Luisa Raoss
Coordinamento generale: Chiara Sartori e Aura Bernardi

Info e contatti:
chiara.sartori@comune.pordenone.it
scienzartambiente@comune.pordenone.it

Twitter @scienzartambien


Nessun commento: